Primavera / Atalanta-Torino 4-3, Brambilla: “Ricordo il Toro con piacere”

Primavera / Atalanta-Torino 4-3, Brambilla: “Ricordo il Toro con piacere”

Giovanili / Il tecnico nerazzurro ha parlato al termine dell’incontro: “Ricordo molto volentieri i 5 anni passati in granata dove sono cresciuto e maturato”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

L’allenatore dell’Atalanta Brambilla ha parlato alla fine della sfida contro i granata, pronunciandosi sulla vittoria dei suoi ragazzi in casa. Ecco le sue parole:

Abbiamo avuto la palla per chiudere, anche nel secondo tempo. Una partita difficile da commentare, noi non abbiamo perso la testa. La chiave della partita è quella. La trazione offensiva? Noi siamo una squadra che gioca, a quest’età è giusto dare un atteggiamento offensivo. Poi c’è da capire quando difendere, gli errori a quest’età ci sono. Prima del ritorno c’è il campionato, manca un mese per il ritorno. Dovremo affrontare l’Udinese, e sarà dura. Dobbiamo migliorare nella lettura della partita: chiaramente poi le partire le devi chiudere.

Squadra spaccata? Non rinunciavamo ad attaccare, i difensori non accorciano e se perdi palla diventano dolori. La partita è stata intensa e giocata in spazi ampi. Noi al di là dell’aspetto tecnico e dei risultati secondo me siamo a buon punto, siamo una squadra che gioca e che difende, ma dobbiamo imparare a difendere con più uomini. A noi mancava Del Prato che ci dà equilibrio, noi non abbiamo giocatori che difendono. Poi ci siamo difesi col 4-1-4-1 e abbiamo concesso solo la traversa.”

Io ex del Toro? Si, da ex granata, ricordo molto volentieri i 5 anni passati lì dove sono cresciuto e maturato. Una piazza molto bella. Per quanto riguarda il duello, noi pensiamo più alla crescita collettiva. Non la vedo come un duello col Toro, perché ci sono altre squadre molto forti.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 1 settimana fa

    e certo,con cairo centrocampo sempre all’avanguardia,si si

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GlennGould - 2 settimane fa

    Pensa come stavamo messi.. Brambilla per 5 anni. Oddio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 settimane fa

      Ah già, che qui c’è chi preferisce Vidulich a Cairo..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marcohelg_385 - 2 settimane fa

    pensiamo piu alla crescita collettiva vuol dire: tirare fuori giocatori veri a discapito (se succede)di campionati e risultati che non portano a niente se i vari butic poi manco giocano in lega pro…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prometeora - 2 settimane fa

      sì è vero ma presuppone investimenti importanti e costanti negli anni. Radicarsi nel territorio a scapito di società che hanno tentacoli ovunque, non è facile. Ci vuole tempo e denaro. Non credo comunque che i risultati escludano il resto (i vari Butic mica ti pesano sul bilancio, suvvia!). Nel frattempo che si pongano le basi per aumentare la qualità e il numero di talenti sfornati, è meglio vincere. Abbiamo ancora un palmares che solo noi a livello di primavera può vantare. Io lo difenderei con orgoglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy