Primavera, Chievo-Torino 1-4: un altro Millico-show, e le vittorie di fila sono sei

Primavera, Chievo-Torino 1-4: un altro Millico-show, e le vittorie di fila sono sei

Finale a Caselle di Sommacampagna / La tripletta del giovane asso spiana la strada ai granata di Coppitelli, che salgono a + 4 sulla terza in classifica

di Redazione Toro News

Tutto facile, quando si ha uno così. Vale la pena ripetere che il Torino Primavera è un’ottima squadra nel suo complesso, ma un giocatore da 18 reti in 11 partite non può che rubare la scena. Vincenzo Millico ne segna tre anche sul campo del Chievo e spiana la strada al Torino di Coppitelli: l’1-4 finale è la sesta vittoria consecutiva dei granata e vale un successo prezioso in chiave di classifica perchè permette ai granata di salire a +4 sulle terze, blindando il secondo posto che vale l’accesso diretto alle Final Four Scudetto.

Per la partita di Caselle di Sommacampagna, Coppitelli conferma la formazione che settimana scorsa ha superato la Roma, puntando però su Petrungaro largo a destra in luogo di Kone, che completa il tridente con Rauti punta centrale e Millico a sinistra. E’ il solito Vincenzo a sbloccare la gara: il sedicesimo gol in campionato è un’altra bellezza, dribbling secco in area e piattone destro sul secondo palo. Vantaggio che però dura poco perchè Juwara, esterno gambiano classe 2001, pareggia i conti superando Onisa e Sportelli in area per lasciar partire un destro secco che supera Gemello. Ma passano solo tre minuti e Millico ci mette di nuovo la firma: Rauti difende un buon pallone in area e aspetta l’arrivo del numero undici che fredda di prima intenzione Caprile.

La partita, dopo un primi quarto d’ora così, si stabilizza un po’. Il Torino si mette compatto nella propria metà campo visto che il Chievo deve per forza cercare di spingere. Non giocano male i ragazzi di Mandelli ma non trovano l’ultimo passaggio, e allora sono più le volte che il Torino va vicino al terzo gol. Prima Adopo (32′) colpisce un palo, poi Rauti (35′) su una ripartenza si fa ipnotizzare da Caprile nel momento di saltarlo e depositare in rete. Finisce quindi il primo tempo, con i granata in vantaggio di misura.

Nell’intervallo Coppitelli cambia: fuori Adopo, dentro Kone. Il canovaccio della partita non cambia. Chievo in proiezione offensiva nella prima parte della ripresa: la classifica forse non rende merito ai gialloblù che vantano davanti due ottimi talenti come Vignato e Juwara. E’ quest’ultimo ad andare subito vicino alla doppietta personale: al 3′ della ripresa incorna di testa e manda la palla sulla traversa. Il Toro trema anche al 14′: l’italo-brasiliano Vignato spara con il sinistro e chiama Gemello al grande intervento. Poi però i granata hanno la fiammata della grande squadra e chiudono la partita. Minuto 33: Millico piazza l’ennesimo destro nell’angolino e sale a 17 gol. Minuto 35: Rauti in campo aperto non sbaglia, saltando Caprile e depositando in rete. Da lì in poi è accademia pura e vale la pena sottolineare solo il grande ritorno nel campionato Primavera di Fabio Gonella dopo un anno fatto di publagia e rottura del crociato. Finisce 1-4, e il Toro – che beneficia della vittoria della Juventus sulla Fiorentina – vola a più quattro sulle seconde.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_831 - 6 giorni fa

    “Blindare il secondo posto” un paio di palle.
    Oggi la Roma ne ha presi quattro in casa dall’ultima in classifica.
    Tutto può succedere, quindi testa bassa e pedalare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13758358 - 6 giorni fa

    @granata appunto! gli investimenti non sono direttamente proporzionali ai risultati x cui il business non la fa da padrone. io interpreto così il commento
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 6 giorni fa

    Bello seguire un campionato in cui il business non lo fa da padrone. Oltretutto andiamo forte, motivo in più per guardarlo. Su Millico non mi esprimo. Qui la differenza la fa eccome, questo è chiaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 giorni fa

      Il business non la fa da padrone ? Mah, diciamo che i soldi spesi qui , spesso non coincidono con i risultati perché il Toro spende circa 3 – 4 mln€ per il settore giovanile intero, i gobbi 12 solo per la primavera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy