Primavera, Empoli-Torino 2-1: blackout granata, è un’occasione persa

Primavera, Empoli-Torino 2-1: blackout granata, è un’occasione persa

Primavera / Al Campo Sportivo Monteboro vince l’Empoli: la squadra di Coppitelli non ingrana senza Millico

di Nicolò Muggianu

Finisce 2-1 il match tra Empoli e Torino. Al Campo Sportivo Monteboro, la Primavera di Lamberto Zauli porta a casa tre punti importanti in un match già ampiamente indirizzato a proprio favore nel primo tempo. Per i ragazzi di Coppitelli è un’altra ottima occasione sfumata: i granata non sfruttano le sconfitte di Fiorentina e Roma e restano fermi al 4° posto in classifica con l’Atalanta che allunga in vetta.

BLACKOUT – Senza Vincenzo Millico (ai box a causa di una lesione al bicipite femorale destro rimediata contro il Milan) Coppitelli si affida tridente formato da Belkheir, Rauti e Petrungaro. In difesa spazio a Michelotti e Sportelli. I granata partono meglio, con un pressing che sembra mettere in difficoltà l’Empoli. La prima occasione del match porta la firma di Belkheir, che al 12′ calcia di poco a lato dopo un bel suggerimento di Onisa. Un minuto più tardi sale in cattedra l’Empoli: Montaperto si presenta a tu per tu con Gemello, ma da pochi metri incespica sul pallone in maniera clamorosa. Il vantaggio azzurro però è nell’aria e arriva al 21′: Belardinelli supera Gemello e gela il Torino con il gol dell’1-0. Il Torino incassa, ma non risponde. L’Empoli allora raddoppia: la coppia Michelotti-Sportelli è in difficoltà e al 27′ Zelenkovs ne approfitta trovando il raddoppio di testa su assist di Montaperto. Con due schiaffi in meno di 10′ i granata sono in confusione. La scossa prova a darla Coppitelli dalla panchina: al 38′ dentro De Angelis e Kone al posto di Miechelotti e Petrungaro. La voglia dei nuovi entrati scaturisce nel palo colpito al 40′ da De Angelis. Ma non basta.

RIPRESA – Il Torino è costretto a giocarsi il tutto per tutto nella ripresa. La squadra di Coppitelli prova a riversarsi nella metà campo avversaria, ma l’Empoli regge bene. I granata faticano a costruire occasioni da gol limpide, mostrando alcuni dei difetti già emersi contro il Milan nell’ultima al Filadelfia. Azioni confuse e spesso troppa frenesia nel cercale la verticalità. Coppitelli prova a giocarsi il tutto per tutto inserendo Moreo e Kone C. al posto di Adopo e Belkheir, ma non basta. Nell’ultimo quarto d’ora il Torino attacca con grande intensità e trova il gol con una punizione calciata in maniera magistrale da Moreo a 8′ dalla fine. All’Empoli tremano le gambe, ma è Saro a salvare gli azzurri con un miracolo su Rauti all’89’. Finisce così: vittoria a sorpresa della squadra di Zauli, che batte i granata per 2-1 e porta a casa 3 punti preziosi. Per i il Toro è un’occasione persa: l’Inter e la Roma distano solo un punto e il terzo posto adesso è a rischio.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13973712 - 3 mesi fa

    Ciao Marco59, hai ragione ma le incertezze le hanno avute anche altre squadre da playoff. Millico è il classico giocatore che quando meno te lo aspetti tira fuori il coniglio dal cilindro e sostituirlo è impossibile. Premesso che i playoff a parte cali imprevedibili sono quasi in cassaforte, bisogna trovare la compattezza e fare il tifo per questi ragazzi perché ce la mettano tutta contro l’Atalanta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 mesi fa

      Poco ma sicuro, ma bisogna impostare la partita in un certo modo (e mi auguro che Coppitelli non ripeta gli stessi errori visti contro Cagliari, Fiorentina, Milan ed Empoli), ma soprattutto il “piglio” dei Ragazzi dovrà essere di tutt’altra natura di quello, scadente e abulico, visto nelle ultime partite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13973712 - 3 mesi fa

    purtroppo dopo la vittoria nel derby e nella supercoppa i ragazzi hanno avuto un calo di concentrazione. peccato perché col Milan in 11 contro 10 dovevano arrivare i tre punti, mentre una sconfitta esterna ci può anche stare. Oggi l’Empoli ha pressato in ogni parte del campo e non era facile giocare. Però a questi ragazzi io faccio un applauso e li invito a ritrovare la concentrazione giusta e la voglia di vincere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 mesi fa

      Ciao user-13973712, purtroppo questi scricchiolii si erano già visti con la partita interna persa contro il Cagliari e si sono accentuati notevolmente sempre contro la Fiorentina in casa e contro il Milan, sempre in casa.

      In trasferta sembrava che i Ragazzi riuscissero a tenere testa (vittoria contro il Palermo e al Derby), ma oggi è venuto fuori il “bubbone”.

      Francamente sono molto preoccupato per mercoledì prossimo, partita di ritorno di Coppa Itlia in casa contro l’Atalanta. Partiamo dal 4-3 per l’Atalanta ma, se giochiamo come oggi, sono dolori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco59 - 3 mesi fa

    Credo che la maggior parte delle colpe vada imputata al Mister: già con Genoa, Fiorentina e Milan aveva sbagliato l’approccio del primo tempo, svegliandosi poi in colpevole ritardo.

    Oggi ha confermato questo “appannamento” di idee.

    Speriamo che gli passi in fretta e che non si comprometta la qualificazione alla Poule Scudetto.

    P.S.: basta con la “scusa Millico”.
    Purtroppo il Ragazzo non sarà disponibile per due mesi, dunque bisogna “fare” con quel che si ha in casa e finirla di piangersi addosso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Criss73 - 3 mesi fa

    Partitaccia …irriconoscibili.. L’lanci lunghi al vuoto, azioni a centrocampo senza concretizzare per perder la palla, Rauti non ha palle giocabili , ma è iuno che le passsa giuste…riuscisse a passarle a se stesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy