Primavera / Final Eight, il Torino ci riprova: stavolta la pressione è sulle altre…

Primavera / Final Eight, il Torino ci riprova: stavolta la pressione è sulle altre…

Verso le Final Eight Liguria 2015 / Domani al via la kermesse che assegna il tricolore Primavera. Fiorentina, Inter e Roma le potenze della manifestazione: i granata non hanno nulla da perdere

 

A settembre 2014 erano ben pochi coloro che pronosticavano una qualificazione diretta per la Final Eight per la nuova Primavera del Torino di Moreno Longo. La squadra che aveva perso il tricolore a Rimini solo ai calci di rigore era stata totalmente rivoluzionata e il tecnico torinese aveva il compito di ricompattare un gruppo composto da ragazzi che non avevano mai giocato insieme, partendo da poche certezze e tante scommesse. Il grande lavoro del tecnico e il cuore dei ragazzi hanno invece prodotto un secondo posto finale nel girone di campionato che vale tanto. E così il Toro approda in queste ore in Liguria, con la voglia di giocarsela fino alla fine.

LE FAVORITE SONO ALTRE – C’è una bella differenza, però, rispetto allo scorso anno. Nel 2014 il Torino si presentava avendo vinto il proprio girone con un sonoro +14 punti sulla Juventus e poteva contare su alcuni tra i giocatori migliori del panorama nazionale, come Aramu, Barreca e Gyasi. I granata erano davvero tra le favorite per la vittoria finale. Quest’anno, la situazione è diversa. Tra le prime candidate per il tricolore non c’è il Torino. Tra di queste, possiamo senza dubbio menzionare la Fiorentina, squadra esperta e di grande qualità, che ha vinto il Girone A in cui era impegnato il Torino; l’Inter, vincitrice del Girone B e del Torneo di Viareggio, che schiererà probabilmente giocatori con già diverse presenze in Prima Squadra, come Bonazzoli e Puscas; la Roma, leader del Girone C e in grado di arrivare in finale nella Youth League (la Champions League per la categoria Primavera).

VOGLIA DI STUPIRE – Se quindi è abbastanza pacifico come il Torino, sulla carta, abbia qualcosina in meno rispetto ad altre squadre in lizza per lo Scudetto, è certo che per i granata è un bel vantaggio il fatto di potersela giocare senza nulla da perdere. I ragazzi di Longo hanno già raccolto un risultato oltre le aspettative di tutti, centrando la qualificazione diretta. Non è del tutto fuoriluogo, in questa situazione, ricorrere a frasi fatte come “comunque vada sarà un successo”. I granata scenderanno in campo col Milan, nel quarto di finale di mercoledì ore 16.30, con la testa libera e la voglia di stupire…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy