Primavera / Fiorentina – Torino 3-2: una rimonta che fa male

Primavera / Fiorentina – Torino 3-2: una rimonta che fa male

Primavera, Fiorentina – Torino 3-2 / I granata tanto brillanti nel primo tempo quanto ingenui nel secondo: occorre migliorare nella gestione del match. Ora attenzione agli attacchi dello Spezia al secondo posto

Niente da fare per il Torino di Longo, che al “Buozzi” di Firenze, al termine di una partita divertente, finisce per subire una rimonta che fa male: da 0-2 al termine del primo tempo (grazie alle reti di Morra, da grande opportunista, ed Edera, con un gran sinistro a giro) al 3-2 finale. La Fiorentina conquista così i tre punti nello scontro diretto e si issa a più nove punti dai granata: anche vincendo il recupero con la Sampdoria a marzo, i granata sarebbero comunque a sei punti di distanza dal primo posto, che a questo punto si allontana forse definitivamente.

E’ stato un Torino tanto brillante nel primo tempo, quanto ingenuo nel secondo. Dopo una prima frazione ottima per approccio alla partita, precisione e cinismo, nella seconda parte del match i granata si sono disuniti e non hanno saputo assolutamente gestire la partita. Basti dire che il primo e il secondo gol della Fiorentina sono arrivati prendendo alle spalle in profondità la difesa di una squadra che, sopra di due reti e di un uomo per l’espulsione di Gondo nel primo tempo, avrebbe dovuto forse saper gestire meglio gli spazi. E così è arrivata l’espulsione di Mantovani, che ha dato coraggio ai viola e originato la punizione dell’1-2, e il rigore (molto dubbio: sospettiamo che l’arbitro abbia voluto effettuare una sorta di compensazione dopo l’espulsione dell’attaccante viola) del pari. Nella ripresa si sono visti poi molti errori banali, che avrebbero potuto causare almeno un altro gol viola: è chiaro che bisognerà imparare a gestire meglio la pressione.

E’ una botta che sicuramente fa male al morale dei granata, che ora dovranno ripartire con umiltà dal primo tempo, che ha confermato che i granata sono una squadra dalle ottime qualità, purchè rimanga lucida. La terza sconfitta in campionato dovrà vedere i granata riprendere a “pedalare” forte per badare agli attacchi dello Spezia alla seconda piazza in classifica, l’ultima valida per la qualificazione diretta alla Final Eight. Un obiettivo certamente alla portata di questa squadra, che deve ora mantenere la fiducia nel suo lavoro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy