Primavera: il Torino regala un altro finale di stagione tutto da vivere

Primavera: il Torino regala un altro finale di stagione tutto da vivere

Dopo la vittoria di Genova / Quinta vittoria consecutiva e terzo posto solitario: con lo scontro diretto con la Virtus Entella da giocare in casa…

Avviso ai naviganti: la Prima Squadra vivrà gli ultimi mesi del 2015-2016 senza grandi stimoli di classifica, con l’unico obiettivo di archiviare il prima possibile la salvezza matematica, la Primavera del Torino può regalare un finale di stagione davvero emozionante. Ieri, in casa dell’ostico Genoa, i granata hanno inanellato la quinta vittoria consecutiva (0-1, rete decisiva del talentino albanese Ador Gjuci); tre punti che valgono il terzo posto solitario. E la vendetta sportiva per l’eliminazione amara subita in Coppa Italia (più per mano della nebbia che per mano dei rossoblù) è servita.

Leonardo Candellone, giocatore fondamentale per la Primavera del Torino - foto Biscotti
Leonardo Candellone, giocatore fondamentale per la Primavera del Torino – foto Biscotti

Se il mister Longo, a ragion veduta, mantiene il profilo basso e conferma che l’obiettivo sono i play-off, ci sono diverse ragioni per cui i ragazzi granata possono sognare l’ennesima stagione miracolosa. In primis, quella numerica; a sei partite dal termine, il secondo posto – che regala il pass diretto per le Final Eight – dista quattro punti (qui la classifica aggiornata); e si dà il caso che chi lo occupa, la Virtus Entella, deve ancora passare per il “Don Mosso” di Venaria. Il rendez-vous è fissato per il 23 aprile. Prima di questa partita, Mantovani e compagni hanno a disposizione tre partita sulla carta abbordabili (in casa contro Novara e Trapani e in trasferta contro il Carpi, con il Torneo di Viareggio in mezzo) per incrementare il bottino di punti. Mentre i ragazzi di Chiavari, ieri vincitori a Sassuolo, avranno un altro match di fuoco con la Fiorentina e poi il derby regionale in casa dello Spezia.

Ma soprattutto, è la compattezza ed efficacia della squadra granata a fare ben sperare Moreno Longo. A gennaio, dopo la sconfitta nel derby maturata in extremis, sembrava che sarebbe stato già molto riuscire ad aggiudicarsi il quinto posto. E invece è stata una batosta che ha rinsaldato il gruppo e accresciuto la voglia di rivincita e l’orgoglio della squadra con lo Scudetto sul petto. Un gruppo che, dopo essersi emozionato ed aver fatto emozionare in autunno con la Youth League e la Supercoppa Italiana, è pronto a regalare nuove emozioni al suo pubblico…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy