Primavera / Juventus-Torino 2-1, le pagelle: ai granata non basta il cuore

Primavera / Juventus-Torino 2-1, le pagelle: ai granata non basta il cuore

Post partita / Buona prestazione del Toro. Ottimi Rivoira e Berardi. Gli errori di Giraudo e Coppola pensano

Termina il Derby Primavera tra Juventus e Torino ed è, come di consueto, il momento delle pagelle del Torino.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI JUVENTUS-TORINO PRIMAVERA

COPPOLA 5.5: oggi tocca al portierone classe ’99: trema dopo pochi secondi sul palo di Caligara, poi il suo miracolo sul tiro da fuori di Leris non serve perchè Mosti riesce a mettere dentro il tap-in. Rischia troppo quando cerca di dribblare due uomini palla al piede e finisce per commettere fallo, prendendosi un giallo. Sulla punizione di Clemenza è rivedibile: arriva sul pallone, ma non riesce a toglierlo dalla porta. Peccato

LUISE 6: l’esterno campano esordisce da terzino proprio nella gara più importante: gioca con buona attenzione e grinta in una situazione non facile, contro avversari di qualità. Nella ripresa cala dal punto di vista fisico (40′ st TOBALDO n.g: prova a dare il tutto per tutto nei minuti finali ma non ha l’occasione di pungere).

AURILETTO 6.5: il capitano dà l’input alla squadra: i derby si giocano con coraggio e personalità e lui dà l’esempio. Sbaglia poco o nulla e dà una mano anche nella prima costruzione.

RIVOIRA 7: confermato titolare, gioca con buona personalità ed eleganza, sempre a testa alta. Non solo questo: anche tanta concentrazione e precisione negli interventi, sia di testa che di piede

GIRAUDO 6: dalla sua parte c’è il fuoriquota Mattiello, uno con molta più esperienza di lui: l’inizio è positivo, senza timore e con personalità. Sulla rete di Mosti però è indeciso; arriva sul pallone dopo che colpisce il palo, ma non riesce a rinviare, favorendo il tap-in di Mosti. Questo resta comunque l’unico errore di un ottimo primo tempo. Anche nella ripresa il terzino continua sulla stessa falsariga, lottando su tutti i palloni e provando delle incursioni. L’errore sul primo gol, purtroppo, pesa. (st 44′ Braidich n.g)

OUKHADDA 6,5 torna nella sua posizione naturale, quella di mezzala, facendo capire come sia questo il ruolo dove rende di più per caratteristiche fisiche e predisposizione. Gioca con intensità e ricordando che si tratta di un classe 1999 le risposte sono buone. Prestazione in crescendo, specie nella ripresa da un ottimo contributo.

OSEI 6,5 Coppitelli gli affida le chiavi della mediana: schermo davanti alla difesa, fa vedere a tratti le grandi qualità con cui l’anno scorso aveva stupito molti. Chiave di volta del gioco granata, sia quello difensivo che quello offensivo, indovina alcune belle verticalizzazioni tra cui quella che manda Berardi in porta per il gol del pari granata.

D’ALENA 5.5: il fedelissimo di Coppitelli rallenta un po’ troppo l’azione: sembra poter rendere più da schermo davanti alla difesa piuttosto che da mezzala. Coppitelli lo sostituisce nella ripresa cercando una pedina che assicuri più sostanza (BORTOLETTI 6 : entra bene in partita e da un buon contributo tampona e prova a ripartire)

BERARDI 7 prova a mettere in difficoltà Mattiello con la sua velocità e ci riesce in più di un’occasione. Ha una marcia in più dello statico terzino bianconero e gli passa facilmente davanti in occasione del gol del pari: poi è bravo a non sbagliare davanti al portiere. Nell’arco dei 90′ è sicuramente il granata più pericoloso.

DE LUCA 6: il bomber granata si muove molto con tagli e scatti per attaccare la profondità; sua la prima occasione granata del match, con un diagonale destro che sfila a lato. Nella ripresa ha una buona occasione sul 2-1 della Juventus ma il colpo di testa finisce a lato di poco per il suo rammarico e quello di tutti i compagni.

ARAMU 6: torna a giocare un Derby Primavera dopo due anni e mezzo, per mettere minuti nelle gambe vista la folta concorrenza in Prima squadra. Gioca con altruismo e prova a mettere qualità, cercando l’assist ma anche il tiro con il suo eccezionale sinistro. Primo tempo è buona ma cala nella ripresa: si vede che necessita di qualche chanches in più

Allenatore COPPITELLI 6: sorprende (ma fino a un certo punto) con la mossa Luise terzino destro per Oukhadda mezzala; non rinuncia al suo schieramento offensivo, con un 4-3-3 che vede tre attaccanti più un mediano offensivo come D’Alena. Il suo Toro risponde alla qualità della Juve con un’ottima organizzazione tattica, ma anche personalità nel proporre trame di gioco. Purtroppo i granata vengono penalizzati da qualche errore individuale di troppo.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 mese fa

    Auriletto è sulla strada per seguire le orme di Barreca in prima squadra. Speriamo che quest’anno i derby li vinciamo in serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy