Primavera, la crisi di Butic è superata: il croato vuole regalare la Coppa al Toro

Primavera, la crisi di Butic è superata: il croato vuole regalare la Coppa al Toro

Focus on / Dopo quasi tre mesi senza gol in campionato, Karlo Butic sta tornando ai livelli di inizio stagione. Intanto arriva la seconda convocazione di Mazzarri

di Alberto Giulini, @albigiulini

Mancano solamente due giorni al fischio d’inizio di Torino-Milan, gara d’andata della finale di Coppa Italia Primavera che avrà luogo al Filadelfia. Una gara dalla grande importanza per i granata, che potranno contare su un ritrovato Karlo Butic. Che per il Crotone è stato convocato per la seconda volta da Mazzarri, in Prima Squadra, stante il ko di M’Baye Niang. Aria di Serie A, nell’attesa di passare a dedicarsi testa e anima alla finale.

LEGGI: Torino-Crotone, i convocati di Mazzarri

AVVIO SUPER – Arrivato in estate a parametro zero, l’attaccante classe 1998 è stato protagonista di un avvio di stagione super. Il croato ha infatti preso per mano i compagni, andando a segno in otto gare consecutive realizzando 13 gol tra campionato e coppa. Da fine novembre, poi, la svolta: il Toro, sempre più convincente in Coppa Italia, ha iniziato a perdere punti in campionato. E, come il resto della squadra, anche il centravanti ha vissuto un periodo in cui ha faticato a trovare con regolarità la via del gol. In campionato, Butic è rimasto a secco dalla gara contro il Genoa del 16 dicembre a quella con il Chievo del 10 marzo: quasi tre mesi senza segnare, troppi per un attaccante della sua caratura.

CRISI SUPERATA – Dopo essersi sbloccato, il bomber croato sembra aver ora ritrovato quella confidenza con il gol che lo aveva contraddistinto in avvio di stagione. Oltre alla rete con il Chievo, Butic è andato a segno anche contro il Perugia a Viareggio e contro l’Udinese in campionato. Ritrovati dunque gol e condizione, il Toro potrà fare nuovamente affidamento sul proprio bomber che, con le sue reti, è stato fondamentale nel cammino granata fino alla finale di Coppa Italia. Ad eccezione di quella contro lo Spezia, l’attaccante è infatti andato a segno in tutte le altre gare di Coppa, totalizzando sette reti in sei partite. Ora, nel doppio confronto con il Milan, l’occasione per rendere super la stagione: portare il trofeo a Torino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy