Primavera, la sconfitta è da archiviare in fretta

Primavera, la sconfitta è da archiviare in fretta

di Ivana Crocifisso

Il ritorno della Primavera in campo, dopo la lunga pausa del Viareggio, non è stato affatto positivo. La sconfitta patita con il Novara, una squadra che spesso ha raccolto meno di quanto seminato, non deve però far d’improvviso dimenticare quanto di buono fatto dalla squadra di Asta. Non sempre le lunghe pause sono positive, anzi, spesso creano più danni che guadagni. Era già…

di Ivana Crocifisso

Il ritorno della Primavera in campo, dopo la lunga pausa del Viareggio, non è stato affatto positivo. La sconfitta patita con il Novara, una squadra che spesso ha raccolto meno di quanto seminato, non deve però far d’improvviso dimenticare quanto di buono fatto dalla squadra di Asta. Non sempre le lunghe pause sono positive, anzi, spesso creano più danni che guadagni. Era già successo lo scorso gennaio, dopo ben 40 giorni di inattività (troppi) che i granata cadessero subito dopo la pausa, seppur con il Genoa, capolista del girone A. Ed era stata proprio quella l’ultima sconfitta.

Adesso bisogna solo archiviare in fretta la giornata di ieri e concentrarsi da subito sul Parma, prossimo avversario.In classifica qualcosa è cambiato sì, ma nulla di irrimediabile. La seconda piazza è ancora granata, con le altre dietro che si sono avvicinate, ma non abbastanza. Il pareggio tra Juventus e Fiorentina, di cui certamente si poteva approfittare, deve essere letto in chiave positiva. A parte il Genoa, primo a più otto, ci sono ben quattro squadre in tre punti. Toro, Juventus, Empoli e Fiorentina sono le squadre che al momento si giocano tre posti. Ma attenzione alla Samp, seppur staccata dal gruppetto (a -5 dalla Fiorentina ma con una gara in meno), che potrebbe rientrare nei giochi (potete visualizzare la classifica cliccando qui)

A sorridere è sicuramente la squadra degli Allievi. I ragazzi di Longo volano in campionato e sono in finale al prestigiosissimo Torneo Arco di Trento. Sarà l’nter l’avversaria di domani pomeriggio, visto il successo sulla Roma. La squadra degli Allievi giallorossi era la più temibile di questa edizione, insieme all’Atalanta. Ebbene, tutte e due sono state rispedite a casa dai granata.

Finita, invece, l’avventura alla Manchester Cup dei Giovanissimi. Eliminazione bruciante con il Parma, che ha di fatto spezzato i sogni granata di ripetere quanto fatto lo scorso anno dal precedente gruppo dei Giovanissimi ’95. Poco importa, però, recriminare. C’è un campionato da giocare, campionato che al di là degli ultimi tre pareggi in quattro gare, ha sempre regalato soddisfazioni ai giovani granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy