Primavera, le pagelle di Torino-Milan 2-3: Kone in evidenza, solo sprazzi di Damascan

Primavera, le pagelle di Torino-Milan 2-3: Kone in evidenza, solo sprazzi di Damascan

I voti ai protagonisti granata

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Ancora niente Mamma Cairo per il Torino, che nella semifinale contro il Milan ece battuto per 3-2 e si deve accontentare della finalina contro la perdente della sfida delle 21 tra Inter e Juventus. Ecco i voti ai giovani granata.

GEMELLO .5.5 – Buona sicurezza per l’ex Berretti, che non può nulla sulle prime due marcature rossonere. La sua tranquillità con il pallone nei piedi dà ai granata una soluzione in più in fase di impostazione, anche se fa correre qualche brivido sul collo di Coppitelli. Le colpe sull’ultima marcatura del Milan, però, ci sono: troppo distante quella punizione per ammettere di subire gol.

GILLI 6 – Non si sgancia molto dalla linea della difesa, difendendo stretto nel campo e chiamando spesso Adopo al ripiegamento difensivo. Nella ripresa si scuote (dal 37′ st MUNARI – Dà corsa in un ruolo inedito a questi livelli).

CAPONE 6- Alla sua prima da capitano, ha un cliente scomodo da affrontare in Tsadjout, che però riuscì a neutralizzare alla grande nella doppia finale di Coppa Italia dell’anno scorso vinto dai granata. Oggi ci mette più fatica, ma i gol non arrivano dalle sue parti.

SPORTELLI 6 – Nuovo arrivo chiamato a ripercorrere le orme di quel Ferigra oggi in prima squadra, è chiamato a dare certezze nella prima impostazione. In ripiegamento talvolta balbetta.

SAMAKÉ 6 – Lavora anche in fase di spinta, pur non trovando quasi mai il fondo. La musica cambia nel secondo tempo, ma di cross veramente pericolosi non se ne vedono molti (dal 37′ st MOREO 6.5 – Pimpantissimo, si guadagna il rigore del provvisorio 2-2).

ADOPO 5.5 – Non è il miglior Adopo quello che approccia il match a Quattordio. I segnali di ripresa visti nel secondo tempo non bastano a raddrizzare completamente la valutazione (dal 18′ st MURATI 5.5 – Non si fa vedere molto).

ONISA 6 – Dà letture tattiche ad un centrocampo ben assortito con la fisicità di Adopo e la qualità di De Angelis (dal 24′ st ISACCO 6.5 – Entra con facilità in partita).

DE ANGELIS 6.5 – Patisce la conduzione molto aspra del match da parte dell’arbitro, rimediano un cartellino giallo per proteste . Ma quando c’è da dare qualità alla manovra non si tira mai indietro (dal 24′ st BUONAVOGLIA 6 – Qualche pallone portato interessante).

KONE 7 – Mette in campo una prestazione dal leader, al primo match stagionale contro una squadra di pari categoria . Tutte le ripartenze partono dai suoi piedi – in particolare, quella che porta all’1-0 granata si conclude con un suo grande mancino dopo 40 metri palla al piede. Non molla mai.

RAUTI 6.5 – Letteralmente scatenato nei primi minuti in fase di pressing, perde un po’ di lucidità in fase offensiva – come dimostra il liscio al 9′ della ripresa all’interno dell’area piccola (dal 18′ st DJOULOU 6.5 – Aggiunge molta sostanza in area di rigore, trovando, proprio su rigore, il momentaneo pareggio).

DAMSCAN 6 – Su di lui si concentrano tante delle attenzioni, come erede di Butic ma soprattutto come talento da coltivare in ottica prima squadra. Il mancino alla mezz’ora neutralizzato da Soncin è il suo biglietto da visita, che resta però un unicum nella sua partita (dal 37′ st PETRUNGARO sv ).

All. COPPITELLI 6 – Normale che in questa fase dell’anno ci sia ancora da lavorare: qualche buon meccanismo c’è – d’altra parte, gran parte della struttura è già oliata. Se i nuovi si integreranno, ci si può aspettare un’altra annata divertente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy