Primavera, Palermo-Torino 3-2: rimonta granata, poi la beffa finale

Primavera, Palermo-Torino 3-2: rimonta granata, poi la beffa finale

Giovanili / Sotto due a zero, i granata riportano l’incontro in parità. All’89’ arriva il vantaggio del Palermo

di Alberto Giulini, @albigiulini

Inizia con una sconfitta sul campo della neopromossa Palermo il campionato della Primavera del Toro. Dopo un buon inizio dei granata, sono stati i rosanero a portarsi avanti di due reti. Dopo aver trovato il pareggio, i granata sono stati poi beffati all’89’.

Coppitelli ha confermato il 4-3-1-2, con Kone a supporto della coppia d’attacco composta da Vincenzo Millico e Nicola Rauti. Chiavi del centrocampo affidate all’ex Atalanta Isacco, affiancato da Adopo e De Angelis. Davanti a Gemello, linea a quattro composta da Ambrogio, Ferigra, Capone e Gilli. La prima grande occasione per i granata è arrivata al 5′, con Millico, servito da Rauti, che ha trovato una grande risposta di Avogadri. Al 22′ ad andare in vantaggio è stato però il Palermo: cavalcata di Rizzo, cross al centro per Cannavò e girata a superare Gemello. Lo stesso Cannavò, cinque minuti più tardi, ha trovato il raddoppio anticipando di testa Ambrogio su un altro cross proveniente dalla corsia di destra. È stato Millico, dopo la doccia fredda del doppio svantaggio, a mettere a segno la rete che al 33′ ha riaperto l’incontro: grande pallone di Adopo per l’attaccante granata che da due passi non poteva sbagliare. Toro che al 41′ è andato vicinissimo al gol del pareggio, ma due interventi miracolosi di Avogadri su Rauti e Ambrogio hanno permesso ai rosanero di chiudere in vantaggio la prima frazione.

Per i granata la ripresa è iniziata con due innesti dalla panchina: Samaké e Murati hanno infatti preso il posto di Ambrogio ed Isacco, con Gilli tornato sulla corsia di destra. La prima grande occasione del secondo tempo è stata per il Palermo, con Gemello che è stato però bravissimo a dire di no ad un gran destro di Lucera. L’estremo difensore granata è stato miracoloso anche al 17′ della ripresa, quando ha impedito a Louka di trovare il terzo gol rosanero. La svolta arriva al 21′, quando Nicola Rauti viene steso in area e il direttore di gara indica il dischetto del rigore. Dagli undici metri non ha sbagliato Millico: palla in rete e risultato tornato in parità, con i granata che hanno spinto ancor di più alla ricerca della vittoria. Gol del vantaggio che è stato soltanto sfiorato al 34′ quando un potente destro di Murati è andato a sbattere sulla traversa. Al 44′ è però arrivata la doccia fredda, con il Palermo che è tornato in vantaggio ed ha vinto la partita. Per i granata prossimo appuntamento venerdì 21 alle 19: granata chiamati a riscattarsi al Filadelfia contro il Genoa.

 

DI SEGUITO IL TABELLINO DELL’INCONTRO

 

PALERMO: Avogadri; Rizzo, Gallo A., De Marino, Gallo M., Ruggiero, Sicuro (Sicuro 16′ st), Santoro (Mendola 34′ st), Cannavò (Montaperto 28′ st), Lucera (Gambino 34′ st), Louka.
A disposizione: Bruno, Gambino, Fradella, Angileri, Petrucci, Leonardi, Mendola, De Stefano, Birligea, Minacori, Al Tumi, Montaperto.
Allenatore: Scurdo.

TORINO (4-3-1-2): Gemello; Ambrogio (Samaké 1′ st), Ferigra, Capone, Gilli; Adopo (Onisa 41′ st), Isacco (Murati 1′ st), De Angelis; Kone (Petrungaro 18′ st); Millico, Rauti.
A disposizione: Fasolino, Bianchi E., Sportelli, Enrici, Samake, Munari, Onisa, Murati, Petrungaro, Buonavoglia, Trombini, Moreo.
Allenatore: Coppitelli.

Marcatori: Cannavò (22′ pt, 27′ pt), Millico (33′ pt, 23′ st), Louka (44′ st)

Ammoniti: Santoro (20′ st), Lucera (29′ st), M. Gallo (49′ st)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy