Primavera, si avvicina il derby per il Torino di Longo

Primavera, si avvicina il derby per il Torino di Longo

Giovanili / La Juventus è reduce dall’infelice trasferta di Youth League a Manchester, mentre il Torino si coccola Mantovani ed Edera…

Longo Primavera Torino

Essere campioni d’Italia porta con sè alcune responsabilità non da poco: gli sbagli vengono ingigantiti, e ogni minimo errore può dare adito ad aspre critiche. Anche in un campionato come quello Primavera, il clima è importante, e Longo questo lo sa bene: il tecnico granata sta preparando i suoi ragazzi al derby di sabato contro la Juventus, una squadra forte ed organizzata che può mettere in difficoltà i granata.

SI RIPARTE DA DEBELJUH ED EDERA – L’1-1 alla prima giornata contro la Fiorentina può dirsi un risultato più che soddisfacente, visto e considerato che la viola è una delle formazioni più preparate del campionato. Anche contro i cugini bianconeri saranno chiamati a fare la differenza i “senatori” scudettati come Zaccagno ed Edera, due dei pezzi pregiati ancora in forza nel Torino. L’esterno è partito dalla panchina contro i toscani, ma nel derby dovrebbe essere schierato titolare nel 4-2-4 di Longo, sull’esterno, ma con licenza di svariare ed incidere in area avversaria. Chi invece è già andato a segno è Debeljuh: l’attaccante, con l’addio di Morra, è chiamato a caricarsi sulle spalle l’attacco granata, al pari del compagno di reparto Candellone. Anche capitan Mantovani dovrebbe essere della partita, seppur si stia allenando stabilmente con la prima squadra vista la moria di difensori che sta colpendo il roste di Ventura.

BIANCONERI REDUCI DALL YOUTH LEAGUE – La squadra di Fabio Grosso è reduce da una prima giornata di campionato scoppiettante, dove i suoi ragazzi hanno steso per 3-0 il Modena di Pavan. Tuttavia, i bianconeri arriveranno un po’ stanchi visto l’impegno di ieri contro il Manchester City in Youth League: la formazione piemontese ha infatti speso parecchie energie in Inghilterra, perdendo per 4-1 e rimanendo in 9 uomini. Curiosità per il probabile esordio dal 1’ in campionato per il giovane Vadala – arrivato a Torino nell’affare Tevez dal Boca -, che però non ha convinto nello spezzone contro il Modena e nella partita contro gli inglese. Attenzione, poi, al regista Cassata (ieri espulso) e alla sua qualità in mezzo al campo.

Il Toro, dunque, arriverà carico a mille all’appuntamento con la stracittadina, e così la Juventus, che avrà però sul groppone la partita di Manchester: una partita aperta a qualsiasi pronostico, che i ragazzi di Longo non voglio farsi sfuggire.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy