Primavera Spezia-Torino 2-1, Longo: “Abbiamo pensato più al Senica che al campionato”

Primavera Spezia-Torino 2-1, Longo: “Abbiamo pensato più al Senica che al campionato”

Post partita / Il tecnico della Primavera commenta così la sconfitta subita dai suoi: “Anche con un uomo in meno abbiamo avuto le occasioni migliori, quindi l’espulsione non ha influito. Che questo ko ci serva da lezione”

Longo, Torino, Primavera, Allenatore

Al termine della sfida tra Spezia e Torino, anticipo della terza giornata del campionato Primavera, il tecnico Moreno Longo commenta così la sconfitta subita dai suoi ragazzi: “Una partita storta, l’espulsione di Morello non ha influenzato il risultato perché anche in 10 abbiamo giocato meglio di loro. Abbiamo tenuto il pallino del gioco in mano e creato le occasioni migliori. I ragazzi erano padroni del campo sempre, hanno fatto la partita. Poi purtroppo quando non segni subisci la beffa”. 

Il tecnico però non recrimina sugli episodi, ma preferisce sottolineare alcuni errori commessi da parte dei suoi: “Non voglio usare il termine ingenuità, visto che parliamo di ragazzi che hanno al massimo 18 anni e quindi giocatori molto giovani. Non sempre siamo stati freddi e concreti, abbiamo fatto alcuni errori e abbiamo pagato dazio. Ripeto, abbiamo avuto diverse occasioni per segnare, anche inferiorità numerica, dopo aver subito due reti su palla inattiva. Non siamo riusciti a pareggiarla e ora ci rimboccheremo le maniche e torneremo a lavorare ancor meglio di prima. Dobbiamo migliorare diversi questi aspetti, ma fa parte del gioco e della categoria. C’è grande fiducia in tal senso”. 

La mente ora si sposta verso il prossimo impegno, l’esordio nella Youth League contro gli slovacchi del Senica: “Sinceramente in questa settimana si è parlato troppo della partita contro il Senica e troppo poco della sfida contro lo Spezia. Avevo messo in guardia i miei, invitandoli a restare concentrati, a ragionare partita per partita, proprio perché conosco le insidie del campionato Primavera. Invece l’entusiasmo per l’esordio in una manifestazione tanto prestigiosa ha preso il sopravvento”. 

Ora, però, questa sfida è alle porte: “Adesso chiaramente guardiamo oltre e pensiamo a questa sfida che ora arriva davvero. Una gara tanto affascinante quanto delicata da affrontare e preparare. Giocheremo in campo internazionale e per i ragazzi sarà certamente un’ottima esperienza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy