Primavera Torino, momento storico: contro l’Atalanta l’esordio al Filadelfia

Primavera Torino, momento storico: contro l’Atalanta l’esordio al Filadelfia

Giovanili / Dopo il match rinviato contro la Sampdoria, la squadra granata è pronta a giocare la prima gara del campionato

Dopo il match rinviato contro la Sampdoria per l’allerta meteo, che ha colpito gran parte dell’Italia, la Primavera del Torino è pronta a cominciare il nuovo campionato che si preannuncia più difficile ma allo stesso tempo emozionante. Con la nuova riforma dei campionati primavera, le formazioni del torneo Primavera 1 sono tutte di qualità maggiore: il campionato è composto da 16 squadre, tutte società di Serie A, e ogni week-end vedrà il Torino impegnato in partite di cartello e di alto livello. Insomma, parafrasando Sinisa Mihajlovic, c’è bisogno che il Filadelfia porti qualche punto in più.

Primavera, Coppitelli

La squadra di Coppitelli s’appresta ad affrontare l’Atalanta di Massimo Brambilla. I neroazzurri sono in cerca di riscatto dopo la sconfitta contro la Fiorentina per 0-2 alla prima giornata. In ogni caso le motivazioni anche al Toro non mancano certamente, in quanto sabato la Primavera ritornerà a giocare allo stadio Filadelfia. Lo storico impianto del Grande Torino tornerà ad ospitare le partite della sezione giovanile del club piemontese e così anche i giovani potranno calpestare il manto erboso dove giocò Valentino Mazzola e dove sono calcisticamente cresciuti giocatori come Pulici e Ferrini.

Torino Primavera, Coppitelli

Sabato arriva, come detto, l’Atalanta: difficilmente poteva capitare in sorte ai granata, per il battesimo ufficiale del Filadelfia, un avversario più suggestivo. Gli orobici sono da sempre una società tra le più importanti in Italia in quanto a tradizione del Settore Giovanile; allenatore è Massimo Brambilla, vecchia conoscenza granata (da calciatore, vestì la maglia del Torino per ben cinque anni, dal 1997 al 2002). Nella prima giornata i suoi ragazzi hanno subito una sconfitta interna (0-2 per mano della Fiorentina) e arriveranno dunque a Torino con grande voglia di rifarsi. Coppitelli – che ha iniziato in settimana il Master di Coverciano per conseguire il livello UEFA Pro, che permette di allenare in Serie A e Serie B – ha ancora qualche ora per riflettere sulla formazione da scegliere, e chissà se vedremo in campo dal primo minuto gli ultimi arrivati, dal difensore Ferigra (ex Fiorentina, cresciuto nel Barcellona) al centrocampista Ruggiero (ex Palermo) passando per il trequartista Leveque (arrivato dall’Akragas). Una cosa è certa, per i giovani granata sarà un giorno di quelli che difficilmente si dimenticano: la Primavera del Torino ritorna a giocare il Filadelfia e loro saranno i protagonisti, mentre in queste ore è partita la caccia al biglietto da parte del popolo granata (qui i dettagli e i costi). 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy