Primavera, Torino-Fiorentina 1-2: niente impresa, la Coppa Italia è Viola

Primavera, Torino-Fiorentina 1-2: niente impresa, la Coppa Italia è Viola

Al 90′ / Rauti risponde a Vlahovic, poi nel finale la chiude Maganic: il Torino non riesce a bissare la vittoria dello scorso anno

di Nicolò Muggianu

Gol, polemiche ed emozioni al Filadelfia, nella finalissima di ritorno di Coppa Italia tra Torino e Fiorentina. La Coppa Italia è Viola: un 1-2 che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di Coppitelli, che colpiscono tre pali e falliscono un rigore nella ripresa.

BEFFA – Dopo il 2-0 del Franchi, la squadra di Coppitelli parte con il doppio handicap ma lo fa di fronte a un Filadelfia vestito con l’abito delle grandi occasioni. Spinti dal pubblico di casa, i granata fanno sin da subito la partita con la Fiorentina che riparte con Vlahovic e Montiel. In avvio Rauti impensierisce due volte Ghidotti, ma l’assolo del Torino viene interrotto alla mezz’ora: ingenuità di Singo, che stende Vlahovic in area e regala il rigore alla Fiorentina. Grandi polemiche della squadra granata per un presunto fallo commesso dallo stesso Vlahovic su Sportelli in avvio di azione. L’attaccante Viola, dopo la doppietta dell’andata, si ripete su penalty: un cucchiaio centrale che supera Gemello e fa infuriare gli oltre duemila tifosi presenti al Filadelfia. La rete della squadra di Bigica complica il cammino verso la Coppa del Torino, che va negli spogliatoi con la consapevolezza che dovrà segnare 4 gol nella ripresa senza subirne.

CORAGGIO – Il secondo tempo riprende con un Torino subito arrembante: al 3′ Onisa va vicinissimo al gol del pari. Sforbiciata che bacia il palo ed esce per questione di centimetri alla sinistra di Ghidotti. Al 5′ ancora Onisa sfortunato: traversa piena da dentro l’area di rigore. Il gol granata però è nell’aria e infatti arriva al 10′ della ripresa: conclusione chirurgica da fuori area di Rauti, che riaccende le speranze granata. Otto minuti più tardi, i ragazzi di Coppitelli avrebbero l’occasione per trovare il gol del 2-1: Rauti steso in area e rigore per il Toro. Il numero 9 però stampa la conclusione sul palo a conferma della serata non particolarmente fortunata per la formazione granata. Nel finale di match c’è solo il Torino, ma la Fiorentina passa ancora con Maganic. Una rete che sa di beffa e che sancisce definitivamente la vittoria della Fiorentina. Al Filadelfia finisce 1-2: si spengono i sogni del Torino, ma dal Filadelfia arrivano gli applausi per i ragazzi di Coppitlli. La squadra di Bigica festeggia al Filadelfia la quarta Coppa Italia Primavera della sua storia.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bischero - 1 settimana fa

    I ragazzi hanno giocato con orgoglio voglia e determinazione. A me basta. La coppa Italia primavera conta meno di un giovane che viene valorizzato e arriva in prima squadra. Questo é il vero obbiettivo di un settore giovanile, creare giocatori e uomini. Speriamo che qualcuno mantenga le premesse. Onisa millico petrungaro sìngo ferigra con tanto lavoro e tanta umiltà fra 2 o 3 anni potrebbero far parte del gruppo della prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio sala 68 - 1 settimana fa

    Due rigori dubbi hanno spostato gli equilibri verso la Fiorentina che per il resto ha fatto poco; peccato quando è l’arbitro a decidere le partite. Noi non siamo più così brillanti e ci mancano i gol di Millico, però due sconfitte immeritate danno fastidio. Bravi ragazzi comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 1 settimana fa

      E cosa doveva ancora fare…???

      Se, nel primo tempo, finiva 3 – 1 per la Fiorentina nessuno avrebbe avuto nulla da ridire.

      Ah, già, la colpa è sempre dell’arbitro, come sempre, come ogni partita.

      Peccato che, sino al presunto rigore della Fiorentina, la squadra non aesse combinato nulla, mentre la Fiorentina poteva tranquillamente già essere avanti di un paio di gol.

      Facciamo sempre finta di nulla e scarichiamo le responsabilità sull’arbitro.

      Coppitelli la partita l’ha persa all’andata, come un dilettante, sbagliando come al solito l’impostazione di gioco nel primo tempo e poi “corregendo in corsa” quando ormai la frittata era fatta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio sala 68 - 1 settimana fa

        I due rigori alla viola hanno fatto la differenza, tutte queste occasioni della Fiorentina io non le ho viste. Come ho detto noi siamo meno brillanti fisicamente rispetto a qualche mese fa per cui quando prendiamo gol non riusciamo ad aumentare l’intensità del gioco e quindi a recuperare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. claudio sala 68 - 1 settimana fa

        Probabilmente hai visto un’altra partita, la viola tutto ha fatto tranne dominare ed in questo equilibrio i due rigori dubbi hanno fatto la differenza. Noi purtroppo siamo meno brillanti fisicamente rispetto a mesi fa per cui non riusciamo a giocare a ritmi alti per cui recuperare un gol diventa difficile

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. DavideGranata - 1 settimana fa

          Mai detto che la Fiorentina abbia dominato.

          Molto meglio impostata in campo, pressing alto e ripartenze, all’andata, rigore a parte, è riuscita ad imbrugliare una squadra spenta e priva di idee.

          Al Fila ha giocato esattamente come doveva giocare, anzi ha più volte messo in difficoltà la nostra retroguardia e centrocampo con il pressing alto.

          Io ho visto benissimo la partita e, al di fuori dei venti minuti di fuoco del secondo tempo (sempre dopo aver regalato un tempo all’avversario), ho visto una squadra priva di idee, individualista e priva di un gioco concreto e arrembante, come avrebbe dovuto essere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio sala 68 - 1 settimana fa

            Mi scuso per il doppio commento ma l’applicazione mi continuava a dare errore quando inviavo. Resto dell’idea che la viola forte di alcune individualità ha speculatori sugli episodi favorevoli, non nego che sia una bella squadra. Noi sicuramente dovevamo fare di più però ripeto secondo me siamo meno brillanti fisicamente rispetto a qualche mese fa

            Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 1 settimana fa

    Quando si dice che basta la mancanza di un giocatore per perdere la sicurezza, tanto più se si tratta di giovanili . Da quando non c’è più Millico non è più lo stesso Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 1 settimana fa

      Infatti.

      E la responsabilità è unitamente dell’allenatore, il quale non ha saputo riequilibrare la squadra, reimpostare gioco e schemi e far fronte all’assenza di Millico.

      Ridicolo, dover dipendere da un giocatore, veramente ridicolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni (CAIROVATTENE) - 1 settimana fa

        E si certo. I gobbi con il bisex non fanno testo .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. DavideGranata - 1 settimana fa

          Vanni, io non guardo i gobbi, guardo a casa mia.

          Lo ribadisco e lo sottoscrivo: la partita l’ha persa Coppitelli ed il fatto che manchi millico, pur essendo un giocatore fondamentale, non giustifica l’involuzione di questi ultimi due mesi emezzo della squadra.

          Siamo seri.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ACT1906 - 1 settimana fa

      D’accordissimo con il tuo commento @ddavide69 e come in tanti altri tuoi interventi
      FORZA TORO!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14143365 - 1 settimana fa

    nelle 2 partite non siamo stati fortunati…..tra rigori pro e contro ! tre pali colpiti ! senza contare che ci e’ mancato Millico che e’ il capocannoniere del torneo primavera! ora puntiamo al campionato primavera 1 e cerchiamo di rifarci! un applauso a tutto lo staff e ai giocatori componenti la squadta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. m.gandin_920 - 1 settimana fa

    ma quale ingenuità di Singo!!
    ha preso palla piena!
    ma cosa vedete?
    vi fate infinocchiare dai commentatori!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy