Primavera Torino, Longo post Empoli: “Il Torino deve cercare di vincere il Viareggio: la sua storia ce lo impone”

Primavera Torino, Longo post Empoli: “Il Torino deve cercare di vincere il Viareggio: la sua storia ce lo impone”

Viareggio Cup, Torino – Empoli 1-0 / Il tecnico granata dopo la vittoria con l’Empoli: “Nell’ultima partita risparmieremo le forze di alcuni giocatori”

Ha parlato ai microfoni RAI Moreno Longo, al termine di una partita che ha visto i suoi ragazzi conquistare il passaggio del turno, battendo 1-0 l’Empoli, visto il pari tra Rappresentativa di Serie D e Santos Laguna (2-2).

“E’ doveroso per questi ragazzi, che indossano questa gloriosa maglia, diano tutto quello che hanno per cercare di vincere il torneo. Questa rosa sta andando oltre le aspettative. Quest’anno abbiamo cambiato totalmente, sia come giocatori che come sistema di gioco, la squadra che l’anno scorso ha centrato la Finale Scudetto, ma siamo rimasti competitivi. Con lavoro e dedizione questi ragazzi stanno dimostrando di meritare questa maglia”.

“Lo Scudetto? Per arrivare in fondo ci vorrà ancora tanto lavoro e dovranno incastrarsi tante soluzioni. Sicuramente lavoreremo sodo tutto i giorni. E’ giusto che i nostri calciatori imparino la cultura del risultato ma puntiamo anche alla loro crescita individuale.

“La nostra società fa il possibile per cercare di mettere i ragazzi nella miglior condizione possibile per esprimersi. Non tantissimo tempo fa la società era fallita, c’è stata una ricostruzione dall’arrivo di Cairo che non era così scontata. Ricominciando da zero, si è ricostruito un settore giovanile competitivo, grazie all’opera di professionisti come Comi, Benedetti, Bava e Petrachi. I risultati si vedono.”

“Cerchiamo quotidianamente di fornire più nozioni tattiche possibili a questi ragazzi, che devono arrivare nel professionismo sapendo fare più cose. Anche durante questa partita abbiamo cambiato assetto in corsa, anche per aiutare Graziano e Proia nella fase difensiva. Poi ci sono ragazzi come Rosso ed Edera, che all’inizio non erano portati alla fase difensiva, che oggi li vediamo spesso e volentieri rincorrere l’avversario.”

“La linea difensiva ha lavorato bene, sapevamo che loro giocano con esterni a piedi invertiti. Allora sapevamo di doverli aggredire sul primo controllo perché la palla fosse sempre “coperta”.

“Danza? E’ uno che fa della qualità la sua arma migliore. Possiamo pensare di farlo giocare trequartista, anche se oggi ha giocato praticamente da punta per cercare di impedire all’Empoli di impostare l’azione da dietro. E lui è stato perfettamente a suo agio.”

“La qualificazione anticipata? Ci fa molto bene, nell’ultima partita sicuramente risparmieremo qualche giocatore in modo da arrivare freschi agli ottavi di finale”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy