Primavera, Torino-Pescara 2-0: davanti a Cairo e Miha arrivano i tre punti

Primavera, Torino-Pescara 2-0: davanti a Cairo e Miha arrivano i tre punti

Il commento / De Luca nel primo tempo e Gjuci nella ripresa fanno felice Coppitelli

Tre punti portati a casa dal Torino di Coppitelli nella sfida interna contro il Pescara, avversario di certo non proibitivo, ma comunque da non sottovalutare per aggressività e temperamento. I granata disputano una buona prova, riuscendo ad imporsi per 2-0 grazie alle reti di De Luca (bella prova per lui sotto gli occhi attenti di Miha e Cairo) e Gjuci, rischiando però qualcosa lì dietro, con la difesa ancora “ballerina” in più di un’occasione.

Il Toro comincia subito all’arrembaggio, provando immediatamente a volgere a proprio favore il canovaccio della gara. Gjuci sulla sinistra è scatenato, ma in un paio di occasioni – in avvio di gara – è un po’ troppo innamorato del pallone, perdendosi al momento dell’ultimo passaggio. Il gol del vantaggio granata nasce proprio dalla corsia mancina: Giraudo – uno dei più positivi – mette un cross col contagiri per lo stacco di De Luca, che in sospensione ruba il tempo a tutti e segna l’1-0. I granata gestiscono il vantaggio, prendendosi però qualche rischio in disimpegno con Osei, il quale rischia in un paio di occasioni di regalare il contropiede al Pescara, vanificato comunque dall’ottima difesa di Auriletto e Rivoira. Alla mezz’ora occasionissima granata: punizione di D’Alena, svetta il solito De Luca che però trova l’opposizione da 0 metri di Mele, il quale rischia l’autorete colpendo la traversa “parando” la conclusione dell’attaccante. I ragazzi di Coppitelli tengono bene il campo e schiacciano il Pescara, ma a 5′ dal termine, rischiano di subire il clamoroso pari: traversone di Maloku dalla destra, colpo di testa di Battista su cui risponde Cucchietti, deviando in corner con l’aiuto del palo.

La ripresa inizia con i ragazzi di Coppitelli in avanti, e al 5′ arriva il meritato raddoppio: corner di D’Alena, torre di Gustafson (prima azione degna di nota per lo svedese, nel primo tempo avulso al gioco) e tap-in vincente di Gjuci da due passi. Coppitelli tira fuori l’autore del 2-0 e inserisce Traoré, e butta nella mischia anche Bortoletti per un anonimo D’Alena. Anche Ruscitti cambia qualcosa, inserendo D’Angelo e e Mancini. Tra 21′ e 23′ botta e risposta: prima il Pescara va vicino a riaprire la gara, ma Cucchietti è strepitoso, e Osei mura tutto, mentre poi è De Luca a farsi di nuovo vedere in area abruzzese su servizio di De Luca, ma l’attaccante non riesce a concludere positivamente dopo aver eluso l’uscita (ottima) di Giacchetta.

Negli ultimi minuti la partita si assesta, il Toro rischia ancora qualcosa ma non subisce mai la manovra avversaria, dimostrandosi tecnicamente e tatticamente superiore. C’è da registrare ancora qualche meccanismo lì dietro, ma il Toro vince e resta in vetta al girone, confermandosi una delle squadre da battere di questo campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy