Primavera Torino-Pro Vercelli, parla Longo: “Riforma-Tavecchio? Sembra fumosa”

Primavera Torino-Pro Vercelli, parla Longo: “Riforma-Tavecchio? Sembra fumosa”

Primavera, Torino – Pro Vercelli 2-1 / Le parole del tecnico dopo l’amichevole con la Pro Vercelli: “Sabato con lo Spezia sarà decisiva: il campo dirà se siamo superiori o meno”

Il tecnico Moreno Longo, dopo il successo in amichevole contro la Pro Vercelli, commenta così:  “Sapevamo che la Pro Vercelli sarebbe venuta qui a fare una partita vera. Quando giocano contro di noi, ci tengono in modo particolare. Sono abbastanza soddisfatto dell’approccio dei miei ragazzi, meno dell’ultima parte del match: dopo il 2-0 abbiamo pensato più a metterci in mostra individualmente che collettivamente e puntualmente si è visto, poiché la Pro Vercelli ha rischiato di tornare in partita”

Sul gol Zaccagno è da rivedere? “Quando la barriera devia il pallone c’è poco da fare, difficile reagire. Non sono contento, piuttosto, della posizione della barriera, lì si poteva fare meglio”.

“Questa era la seconda amichevole della settimana: giovedì contro la Prima Squadra, oggi contro la Pro Vercelli. Abbiamo alzato il minutaggio del gruppo dando modo a metà del gruppo di fare novanta minuti giovedì e all’altra metà di fare novanta minuti oggi”.

Sabato prossimo arriva lo Spezia: sarà uno scontro importante tra la seconda e la terza squadra del campionato. Che peso dai a questa partita? “Siamo a sei partite dal termine, sicuramente è un match importante. Sicuramente è più decisiva per noi che per loro. IL calendario dopo vede lo Spezia decisamente favorito. Comunque è chiaro che, se si vuole arrivare tra le prime due, bisogna dimostrare di essere forti anche e soprattutto nel confronto diretto con la concorrente. Sabato il campo ci dirà se siamo superiori o meno allo Spezia”

Danza era l’osservato speciale della sfida, il grande ex: “Sapevamo che ha un problema di condizione. Oggi ha fatto un’ora di ottimo livello, poi è calato, ma abbiamo deciso di tenerlo in campo per tutti i novanta minuti per ridargli la sensazione di giocare tutta la partita. Sta cercando di migliorare anche nella fase di non possesso”.

Oggi hai fatto esordire Junior Kobon, classe 1997 arrivato da poco in granata: “E’ un giocatore interessante, che potrà tornare utile in futuro. Sappiamo che per motivi burocratici non può giocare in campionato, ma oggi l’abbiamo testato per iniziare a introdurlo in gruppo”.

Due parole, infine, sulla riforma Tavecchio: “Non mi convince la scelta di garantire il posto nella rosa solo ai giocatori con un trascorso nelle giovanili che siano Over 21. Sicuramente qualche cosa cambierà, ma mi aspettavo qualcosa di più drastico per quanto riguarda la valorizzazione dei settori giovanili. Il vivaio deve essere una fonte di produzione e di guadagno importante per le società: questo è un passo troppo piccolo perché si arrivi a questo in breve tempo. Credo sia una riforma solo provvisoria, un po’ fumosa, che presto ci costringerà a inventare qualcos’altro”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy