Primavera / Torino-Roma 0-1, Coppitelli: “Sfortunati, e patiamo i tanti impegni”

Primavera / Torino-Roma 0-1, Coppitelli: “Sfortunati, e patiamo i tanti impegni”

Post partita / Le parole del tecnico al termine del match

di Redazione Toro News

Ha parlato al termine della sfida tra Torino e Roma valida per il recupero della sesta giornata il tecnico dei granata Federico Coppitelli. Ecco come il tecnico granata ha commentato la sconfitta per 0-1 contro i giallorossi.

LEGGI: Torino-Roma 0-1, il commento

“Nel primo tempo abbiamo dato noi l’idea di essere pericolosi, nel secondo tempo meglio loro; ma anche nella ripresa, tolti i calci d’angolo, non ricordo grosse occasioni. E’ chiaro che quando giochi tanto è difficile ripetersi sempre sullo stesso livello di prestazione. Oggi, con i ritmi bassi, erano avvantaggiati loro, che a livello tecnico hanno qualcosa in più. Rimane il rammarico per l’ultima occasione. Non è stata una partita fortunata, se consideriamo anche che abbiamo preso gol in un momento in cui De Angelis aveva lasciato i compagni in dieci. Sicuramente si poteva fare qualcosa in più, ma non era sicuramente semplice”.

P1400877

“La sorte ci ha voltato le spalle oggi, mentre ci ha sorriso sabato scorso. Io che sono dentro le dinamiche della squadra posso solo ringraziare i ragazzi. Ferigra si è fermato nel riscaldamento, Oukhadda ha giocato senza allenarsi, Edoardo Bianchi veniva da un periodo di inattività. Buongiorno ha giocato sempre, ieri si è allenato con la Prima Squadra, oggi ha giocato con gli antidolorifici ed è stato l’ultimo a mollare. Per il nostro modo di giocare serve essere tutti al cento per cento, voi lo sapete, e oggi non lo eravamo. Non è semplice essere sempre al meglio”

 “Oggi avremmo voluto rifare la partita fatta in semifinale di Coppa, ma contro questi avversari, non è che riesci a fare sempre quel che hai in mente. Comunque nel primo tempo ho visto buona personalità. Chiaramente ci sono mancati quei cambi di ritmo, quelle corse con e senza palla che nelle altre partite hanno fatto la differenza. Con onestà dico che oggi a loro abbiamo concesso poco, poi nel secondo tempo hanno fatto tanti angoli, ma effettivamente Coppola non ha fatto una parata”.

Un commento sui nuovi arrivati: “Edoardo Bianchi è il più pronto a giocare partite di questo livello, anche se ovviamente deve affinare l’intesa di reparto. Borello non giocava dal 7 dicembre, deve recuperare brillantezza, che per lui è fondamentale. Panaioli deve ancora lavorare, per Adopo stiamo aspettando il transfer. Un pochino da questo punti di vista concediamo, a livello di profondità della rosa”.

Ancora una riflessione sul calendario: “Giocare per quattro volte in un mese contro avversari di questo livello è molto strano, direi che anzi è stato un calendario folle. Quando non hai tempo di allenarti paradossalmente è dura anche capire come stanno i giocatori. Ieri avevo dato Ferigra come indisponibile, ma oggi mi ha detto che avrebbe potuto giocare, salvo poi fermarsi durante il riscaldamento. Ora dobbiamo ripartire con la testa alle prossime sfide: sappiamo che ci attendono tutte partite complicate, ma noi abbiamo obiettivi importanti. Quello che mi interessa è che non molliamo fisicamente e mentalmente”. 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13746076 - 4 mesi fa

    Vabbe dai non e’ andata bene, la prossima sarà migliore. Poi in finale ci siamo noi e non la Roma….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. al_aksa_831 - 4 mesi fa

    Adoro Coppitelli, ma queste scuse sono assolutamente inammissili.
    Ha sessanta giocatori tra i quali scegliere, compresa la Berretti che gli fa da serbatoio.
    Se ha qualcuno fuori condizione, lo lasci fuori e basta.
    Anche perchè ha detto che tecnicamente la sua rosa è di livello tecnico inferiore a quella della Roma, quindi non lascerebbe fuori il nuovo Maradona. Capone, Celeghin, Panaioli, Filinsky e compagnia fanno così pena?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy