Primavera Toro: Parigini riassapora il pallone

Primavera Toro: Parigini riassapora il pallone

Lavoro sodo al ‘Don Mosso’ per i giovani granata: ancora a parte, ma tornato a lavorare con il pallone, Vittorio Parigini. Il talento del ’96 sta forzando le tappe per il recupero dal proprio infortunio al collaterale, probabilmente per essere arruolabile pienamento il prossimo 9 marzo, quando il Torino ospiterá, proprio…

Lavoro sodo al ‘Don Mosso’ per i giovani granata: ancora a parte, ma tornato a lavorare con il pallone, Vittorio Parigini. Il talento del ’96 sta forzando le tappe per il recupero dal proprio infortunio al collaterale, probabilmente per essere arruolabile pienamento il prossimo 9 marzo, quando il Torino ospiterá, proprio qui a Venaria, i parietá della Juventus per una vera e propria sfida di cartello.

Se il Torino centrasse i 3 punti sabato prossimo a Siena, e si concedesse il bis anche contro la Sampdoria, in quello che sará, probabilmente, il recupero infrasettimanale di campionato del mercoledi, potrebbe trovarsi a sole quattro lunghezze dalla vetta occupata stabilmente dai cugini, potendo addirittura ambire ad avvicinarli pericolosamente, con una vittoria-colpaccio tra le mura amiche.

Piú lenti i tempi di recupero per un’altra pedina fondamentale per Longo: Mattia Aramu. Il trequartista del ’95 sta lavorando sodo per recuperare ma ancora non é impiegabile dal Mister, e difficilmente lo vedremo in campo nelle prossime tre uscite stagionali. Ancora da chiarire l’incognita Diop: la Societá deciderá solo all’ultimo se metterlo a disposizione di Moreno Longo giá per sabato, complice la squalifica rimediata in Serie A, oppure se concedergli un weekend di riposo, considerato che, comunque, non é nemmeno lui in condizioni perfette.

Certo é che l’attaccante di origini ghanesi Emmanuel Gyasi, che ha esibito agli allenamenti una quanto mai attuale cresta ‘alla Balotelli’, scalpita per una conferma da titolare, cosí come il palermitano Claudio Sparacello, che ha riposato anche durante il Viareggio. Nei prossimi giorni se ne saprá qualcosa di piú.


Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy