Supercoppa Primavera: Debeljuh-Palombi, due punte e tanti gol

Supercoppa Primavera: Debeljuh-Palombi, due punte e tanti gol

Verso Torino-Lazio / Gli occhi saranno sicuramente puntati sulle due bocche di fuoco, grandi protagonisti della stagione delle due squadre

Debeljuh, Torino, Pro Vercelli, Primavera

Se una squadra vince, vuol dire che segna. E la Supercoppa è per definizione la sfida tra due vincenti: il Torino, conquistatore del campionato, contro la Lazio, che ha fatto sua la Coppa Italia. Ma se i granata hanno lasciato partire in prestito il bomber che per buona parte li ha aiutati a conquistare il titolo, Morra, mandandolo ad accumulare esperienza alla Fidelis Andria, la Lazio ha preferito tenere ancora per un anno alla casa madre Simone Palombi, reduce da un’annata di eccelso livello, conclusasi con 20 gol tra regular season e fase finale, cui vanno aggiunte le 3 reti che hanno aiutato i suoi a vincere la Coppa Italia, grazie alla quale sabato sera i biancocelesti saranno a Torino a giocarsi il primo trofeo della nuova stagione.

Debeljuh, Torino, Pro Vercelli, Primavera
Debeljuh non ha ancora saltato un minuto in stagione

Palombi ha ricominciato il nuovo anno esattamente come aveva lasciato quello vecchio, ovvero segnando: 5 le reti messe a segno in 6 partite giocate, di cui ben 3 nell’ultimo, largo successo laziale sull’Avellino, strapazzato 8-1. Il desiderio, ovviamente, è quello di continuare sulla falsa riga dell’ultima stagione, per meritarsi magari una chiamata da parte di Pioli, tecnico della prima squadra.

Per Palombi anche due assist in stagione
Per Palombi anche due assist in stagione

Dall’altra parte si sta mettendo in evidenza Gabriel Debeljuh, punta croata che, dopo un anno di spola tra Berretti e Primavera, quest’anno sta trascinando il gruppo di Longo oltre ogni attesa: 6 le reti messe insieme dal classe ’96 in sole 8 presenze, un pericolo costante in area che sta aiutando i granata a rimontare la classifica di un campionato partito con difficoltà visto il complicato calendario dell’avvio. L’equazione è semplice: il Toro non ha mai vinto senza un gol del suo bomber. Un dato che evidenzia bene il peso specifico rivestito da Debeljuh nell’economia della causa granata, che avrà bisogno ancora di lui, soprattutto stavolta. La Supercoppa attende.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy