Torino: che cosa manca ancora alla Primavera?

Torino: che cosa manca ancora alla Primavera?

Calciomercato / Squadra pronta all’ 80%: ma servono ancora innesti per potersela giocare su cinque fronti

La Primavera di Moreno Longo, la cui stagione ha preso il via ieri, partirà domani mattina per il ritiro di Cantalupa. Due mesi circa separano la squadra Campione d’Italia dal primo impegno ufficiale, visto che il Campionato inizierà con due settimane di ritardo rispetto al solito con la prima giornata fissata per il 12 settembre. Longo ha tempo e modo di lavorare con un gruppo che certamente non è stato stravolto, a differenza della scorsa stagione, avendo un solida base di giocatori che erano nel Torino anche nel 2014-2015. Un gruppo che però va ancora completato, sia qualitativamente che quantitativamente.

CINQUE COMPETIZIONI – Campionato, Coppa Italia, Supercoppa, Torneo di Viareggio e Youth League: la Primavera quest’anno se la gioca su cinque fronti, e conoscendo Longo si può star certi che non ci si presenterà in campo solo per fare bella figura. Il tecnico ha attualmente a disposizione un gruppo di 24-25 giocatori (compreso il talentino svizzero Cristian Papa, centrocampista classe 1998 in prova, ex Servette). Se si pensa che per la Youth League occorrerà presentare una lista di 40 giocatori, è chiaro che sul mercato qualcosa va ancora fatto.

UN CENTROCAMPISTA E UN ESTERNO – Come nella scorsa stagione, la Berrretti di Dario Migliaccio sarà una risorsa fondamentale da cui si potranno attingere elementi. Ma Massimo Bava è all’opera per arricchire una squadra comunque già pronta all’80%. Servirebbero in particolare un centrocampista centrale (al momento in rosa sono in cinque, un po’ pochi per una stagione così faticosa: D’Orazio, Kouakou, Tindo, Bortoletti e Segre) e un esterno d’attacco che possa fungere da alternativa a Edera, Zenuni e Candellone.

Aldilà dei numerosi giocatori che, dall’Italia e dall’estero, vengono proposti al direttore Bava, il Torino vuole agire con intelligenza. Non verranno presi giocatori tanto per prenderne, ma arriveranno profili funzionali al progetto di Longo e soprattutto che possono alzare l’asticella qualitativa del gruppo. Una stagione con così tanto obiettivi lo richiede.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy