Torino: Gli Allievi cadono con l’Empoli

Torino: Gli Allievi cadono con l’Empoli

Partita molto interessante a Venaria: gli Allievi Nazionali di Fogli cercano una reazione da Toro dopo l’immeritata sconfitta nel derby di settimana scorsa ospitando sul terreno amico di Venaria il temibile Empoli terzo in classifica. In una mattinata con un freddo davvero pungente, Fogli adotta ancora il 4-3-1-2 con Cimmarusti trequartista dietro a Di Federico e Candellone.

Ottimo approccio iniziale dell’Empoli che sin dall’inizio lascia capire come l’ottima posizione in classifica non sia frutto del caso. Mister Cecchi presenta una squadra ben messa in campo, abile nelle ripartenze e con buona qualità davanti che cerca fin da subito di prendere in mano le redini del gioco. I granata a loro volta non demeritano: cercano sempre azioni manovrate con palla a terra, favorendo la spinta sulle fasce dei terzini Dalmasso e Ferrero che provano sempre ad arrivare sul fondo e proporre palle in mezzo all’area di rigore.  Dopo una breve fase di studio l’11 azzurro Piu impegna Cizza con una buona conclusione rasoterra sul secondo palo che il portiere granata devia in corner. Al 22’ Toscani in vantaggio: dagli sviluppi di una punizione dalla sinistra Fantacci è lesto ad approfittare di una corta respinta di Cizza e mettere in rete. Ottima la reazione del Toro: cinque minuti dopo DI Federico lavora un buon pallone sulla trequarti, palla a Cimmarusti che dialoga alla grande con Candellone e insacca con freddezza solo davanti al portiere.

In una partita vivace e caratterizzata da rapidi rovesciamenti di fronte l’Empoli negli ultimi dieci minuti del primo tempo fa venire i brividi a Dalmasso e compagni. In particolare al 38’ doppia occasione per gli azzurri: prima Cizza è bravo a salvarsi in corner su una bella punizione a giro dalla destra di Agrifogli; sul corner seguente Piu colpisce a botta sicura di testa, la palla sbatte sulla traversa e rimbalza al di qua della linea di porta, e la difesa di Fogli riesce a liberare l’area.

 

Nelle primissime battute della ripresa il Toro prova a partire a spron battuto con voglia e grinta: da segnalare una bella iniziativa di Procopio che salta un avversario e incrocia bene col suo mancino dal limite sinistro dell’area di rigore, mandando fuori di un niente. In poco tempo  è però  l’Empoli ad assumere un controllo della partita abbastanza netto e a produrre una discreta quantità di situazioni pericolose. L’estremo difensore granata Cizza deve compiere due ottimi interventi al 8’ su una bel sinistro in piena area di rigore del capitano empolese Nuti e al 23’ su una conclusione dalla distanza di Picchi; al 25’ il talentuoso numero 11 dei toscani Piu prende palla sulla sulla trequarti sinistra, elude l’intervento di un paio di difensori granata e lascia partire un notevole destro a giro sul secondo palo che si infrange però sul legno a Cizza battuto; al 28’ ancora Piu, pescato da solo in area da un’ottima imbucata di Nuti, manda incredibilmente a lato di pochissimo quando la panchina empolese era già in piedi per esultare.

I ragazzi di Fogli mettono comunque  in campo tutto ciò che hanno per far fronte a un Empoli quest’oggi leggermente superiore, e negli ultimi dieci minuti della partita riescono anche a rendersi pericolosi con un paio di ripartenze orchestrate anche dai nuovi entrati Gili e Perrone. Proprio quando sembra che possano riuscire a conquistare un punto sofferto arriva però la doccia fredda: manca un minuto alla fine quando da una situazione di palla inattiva dalla trequarti sinistra il terzino Agrifogli scodella una palla perfetta per l’uomo-partita Piu che colpisce di testa mettendo fuori causa Cizza. Finisce così 1-2, un’amara sconfitta interna per i ragazzi di Fogli che arriva allo scadere, ma occorre dire con onestà che si tratta di una vittoria piuttosto meritata per l’undici empolese che specie nella ripresa ha avuto chiare occasioni per segnare anche prima. Da elogiare comunque i ragazzi granata per lo spirito combattivo e il tentativo di produrre del buon calcio quando possibile anche davanti a degli ottimi avversari come quelli di oggi.

 

Redazione TN

(foto Cassarà)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy