Torino-Juventus Primavera, 10 anni di derby: vittorie pesanti e brucianti sconfitte

Torino-Juventus Primavera, 10 anni di derby: vittorie pesanti e brucianti sconfitte

Giovanili / La stracittadina è sempre più equilibrata, anno dopo anno, sabato Coppitelli cerca il suo primo successo

Il mondo della Primavera è un universo in continuo movimento, mai statico, ma anzi sempre fluido e imprevedibile: ragazzi che dopo due anni partono per altri lidi, l’inevitabile e continuo ricambio generazionale che si fa spazio: per questo negli ultimi dieci anni di derby si sono avvicendati tantissimi giocatori, ma lo spirito e il fascino della stracittadina al massimo livello giovanile è rimasta intatta: ad oggi, con la nuova composizione dei gironi, resta l’unico derby in scena in questa regular season, per tutta la categoria.

Una stracittadina che ha avuto per lungo tempo un’unica padrona: la Juventus ha vinto tutti i derby dal 2006 fino al 2012 , e nelle ultime dieci stagioni il bilancio parla di 14 sconfitte in stagione regolare a fronte di 5 vittorie e 1 pareggio per il Toro. Numeri pesanti che però si ribaltano se l’orizzonte viene ristretto alle ultime cinque stagioni, in cui i granata passano in vantaggio con 5 vittorie contro 4. In questi dati è evidente la crescita esponenziale del Torino negli ultimi anni (coronata con lo Scudetto 2015), Torino che però soffrono ancora quando si tratta di vincere negli scontri ad eliminazione diretta: tra Viareggio, Coppa Italia, e fasi finali del campionato, i Balon Boys conta il mero score di 6 sconfitte in altrettanti match.

Primavera, Juventus-Torino, Carissoni

Quello che brucia di più è l’ultimo giocato, in quel di Reggio Emilia, nella semifinale delle finali scudetto: fu Pozzebon a decidere l’incontro, e i bianconeri volarono in finale – poi persa contro la Roma. Certo, i momenti di gloria per i granata non sono mancati, primo fra tutti forse il 3-2 targato Ientile, Aramu e Sparacello, con il gol al 93′ che cancellava l’improvvisa rimonta bianconera. Un match che fu il viatico per una stagione straordinaria, con una sola sconfitta subita in regular season e una cavalcata che portò i ragazzi di Longo fino alla finale persa contro il Chievo. Oggi un gruppo nuovo, l’ennesimo, guidato da Coppitelli, si prepara al primo derby della stagione: l’obiettivo è metter ancora una volta la programmazione e la competenza un passo avanti agli investimenti e alle risorse. Perché a livello Primavera, più che altrove, ormai è un testa a testa continuo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy