Torino, le mani di Zaccagno sulla Supercoppa

Torino, le mani di Zaccagno sulla Supercoppa

Granata campioni / Il portiere della Primavera chiude tutto e salva il risultato nel momento più difficile

9 commenti

La chiave di volta è l’undicesimo minuto del secondo tempo, quando il laziale Rossi sta già per esultare, ma Zaccagno gli dice di no. Angolo. Sugli sviluppi del corner, E’ Mattia a sbattere ancora sul portiere granata, che si supera di nuovo. Pochi minuti più tardi sarà Palombi a provarci, ma l’estremo difensore risponderà ancora una volta presente. Dopo quei sette minuti d’incubo, il Toro riordina le idee e ricomincia a tornare in attacco, per provare a raddrizzare un match che in quel momento sembrava senza scampo. Il finale è noto.

zaccagno
Andrea Zaccagno ieri vestiva la maglia numero 27

Ecco perché su questa Supercoppa Primavera, tra tutte le mani, spuntano anche e soprattutto i guantoni del numero 27, che ha salvato per tre volte i suoi nel momento più difficile, quando la Lazio, spinta dal vantaggio, premeva sulla retroguardia granata con insistenza e pericolosità, presentandosi più volte davanti al portiere granata. E’ stata la sua sublime prestazione a suonare la carica ai suoi compagni, a dare loro speranza che il match non fosse finito, ma che ci fosse tutta la possibilità di ripartire e di andare a vincere questo trofeo, perché tanto dietro, si può stare sicuri, non si passa più.

Zaccagno, Torino, Primavera, Giovanili
Andrea Zaccagno, decisivo anche in finale scudetto il 15 giugno scorso

Quella di ieri sera è stata la definitiva consacrazione di un portiere che, ormai da anni, si sta mettendo in mostra come uno dei migliori estremi difensori di questa generazione in circolazione: reattività tra i pali, sicurezza e pieno controllo in area (il difetto principale di molti suoi colleghi in giovane età), lettura e comando della difesa. Zaccagno sta dimostrando, partita dopo partita, che sia campionato, Supercoppa, Youth League, di avere la stoffa del campione, di colui che sa blindare la porta quando più conta e si esalta proprio nel momento in cui la squadra ha maggior bisogno di lui. Di nuovo, come a maggio, quando fermò il tiro dagli undici metri di Pollace e mise sui piedi di Edera l’ultimo, decisivo e vincente rigore, la Lazio può solo applaudire il portiere granata. E dovrebbero farlo tutti.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …questo è un piccolo fenomeno…è un 97…non dimentichiamo che questo è un Nazionale…è un portiere completo…diventerà sicuramente un giocatore di calcio…è molto bravo anche coi piedi…cosa che non passerà certo inosservata a Ventura che sono sicuro lo stia seguendo con molto interesse…
    …a me ricorda un po’ Gillet…non ha una grande stazza…ma molto reattivo e molto sicuro coi piedi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CONTE VERDE - 2 anni fa

      Speriamo che non assomigli affatto a Gillet —specie quelo sciagurato Gillet che ha giocato da noi..il fatto poi che Ventura lo tenga d’occhio ..altra sonora boutade perche’ al ns. i giocatori del vivaioo non interessano per nula..il motivo e’ semplice non fanno subito quelle pusvalenze tanto care al suo portafoglio… e poi speriamo che con quest’anno chiuda la sua avventura con noi..dove peraltro ha dato il max di una mediocrissima carriera !!!..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Papa Urbano I - 2 anni fa

        …è arrivato un genioantiventura…che poi sono sempre i genianticairo…fateci caso…importante è piangere e spalaremerda insomma…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Papa Urbano I - 2 anni fa

        …vittoria a Bologna dopo 33 anni…
        …qualificazione EL dopo 20anni…chiusura bilancio + 1…
        …TORO premiato come migliore società della SerieA 2014 dall’ USSI…penso per la prima volta nella storia…
        …vittoria a milano con l’ inter dopo 27anni…
        …4 vittorie consecutive in serieA dopo 37 anni…
        …primo goal in un Derby dopo 13anni…
        …Derby vinto dopo 20anni…
        …6 giocatori convocati in 1 anno in nazionale Italiana…nn succedeva da 30-40 anni…
        …prima vittoria nella storia a Bilbao di una squadra Italiana…
        …4 torelli in una convocazione Under21…non succedeva da 20-30anni…
        …rifiutati 18mln per un giocatore del TORO…mai successo nella storia…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Papa Urbano I - 2 anni fa

          …ecco l incapace Ventura cosa ha fatto al TORO in 4 anni…lo ha solo portato da lumezzane a Bilbao…e questo ai piangina-spalmerda proprio nn va giù…non posso + piangere liberamente…una vitaccia…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. CONTE VERDE - 2 anni fa

            allora dopo i fantomatici 18 milioni rifiutati x Maksi..mettici anche gli oltre 20 gettaci al cesso dal duo Zavagno-Petrachi con il benestare del Genio genovese..un bel pieno di super Pippe che quando sono stati chiamati in causa hanno fatto ridere e mi riferisco a G.Pippa.S.Mino-Martinez.-Jansonn-Nocerino-AMAURI-bARRETO-lARRONDO-R.Perez-e quest’anno il mitico Cristal-Obi che tutti sapevano che aveva giocato meno di 10 partite,in 4 anni..e poi piantala di osannare il Vate che lo sai anche tu gioca un calcio degno del Paron Rocco periodo Padova beninteso.. swenza peraltro addentrarmi in cosa abbiamo ottenuto nel periodo 1989.1993..roba da far strabuzzare gli occhi a mister Vate Ventura che ha vinto un DERBI perdendone 6 di cui gli ultimi due x manifesta incapacita’ nel gestire la squadra negkli ultimni 10 minuti..la sua gestione significa..mi arroccoi in difesa anche con un uomo in piu’ ..perdo tempo e perdo la partita ..un vero fenomeno !!!

            Mi piace Non mi piace
          2. Papa Urbano I - 2 anni fa

            …i genidelcalcio sono sempre fantastici…Ventura e Petrachi hanno preso un TORO in B e lo hanno portato in Europa…questo proprio ai piangina-splamerda nn può andare giù…nn possono + piangere come una volta…

            Mi piace Non mi piace
          3. Papa Urbano I - 2 anni fa

            …come sempre io rispondo coi fatti…migliore società degli ultimi 20-30anni…veramenete tanta roba…

            …vittoria a Bologna dopo 33 anni…
            …qualificazione EL dopo 20anni…chiusura bilancio + 1…
            …scudetto Beretti + vice-campioni D Italia Primavera 2014..
            …TORO premiato come migliore società della SerieA 2014 dall’ USSI…penso per la prima volta nella storia…
            …vittoria a milano con l’ inter dopo 27anni…
            …4 vittorie consecutive in serieA dopo 37 anni…
            …primo goal in un Derby dopo 13anni…
            …Derby vinto dopo 20anni…
            …Scudetto Primavera dopo 23 anni…
            …6 giocatori convocati in 1 anno in nazionale Italiana…nn succedeva da 30-40 anni…
            …prima vittoria nella storia a Bilbao di una squadra Italiana…
            …4 torelli in una convocazione Under21…non succedeva da 20-30anni…
            …rifiutati 18mln per un giocatore del TORO…mai successo nella storia…
            …Supercoppa Primavera…prima volta nella storia…

            Mi piace Non mi piace
  2. CONTE VERDE - 2 anni fa

    Grande ZACCAGNO..ma a me e’ piaciuto in particolar modo l’ulktimo attaccante che eì entrato BORTOLUZ che pur considerando che era fresco di ingresso mi eì parso un vero BOMBER da area di rigore..molto piu’ di Martino.Candellone -Edera..mi ha ricordato PUPI PULICI quando in Primavera segnava a raffica in ogni partita !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy