Torino, Massimo Bava: “Risultati, strutture, Academy: stiamo lavorando bene”

Torino, Massimo Bava: “Risultati, strutture, Academy: stiamo lavorando bene”

La presentazione / Prende la parola il Responsabile del Settore Giovanile granata: “Ringrazio Cantalupa, da quattro anni porto le squadre qui in ritiro”

In occasione della presentazione del Torino Primavera 2016/2017, al Teatro Municipale di Cantalupa, ha preso la parola Massimo Bava, il Responsabile del Settore Giovanile granata. Ecco le sue parole: “In questi undici anni di presidenze Cairo il Torino tutto ha fatto grandi passi in avanti. Ora c’è da crescere e migliorare ulteriormente. Ringrazio Cantalupa, da quattro anni porto le squadre qui in ritiro e ringrazio il sindaco e Paolo Dora per il supporto che ci danno

Il direttore passa poi a parlare del nuovo tecnico Coppitelli: “Arriva da una società importante come la Roma. Sicuramente sostituire Moreno Longo non sarà facile: sarà sempre una persona a cui va il nostro affetto e la nostra stima. Ma vi posso assicurare che a livello italiano mister Coppitelli è considerato tra gli allenatori emergenti. Il presidente Cairo ha fatto un grosso investimento sul nuovo allenatore della Primavera. Sono fiducioso, è uno che ha vinto Scudetti con il Tor Tre Teste, con la Roma Giovanissimi e la Roma Allievi ed è reduce da una grande esperienza in Primavera con il Frosinone. E’ giovanissimo ma sicuro di sè, il Torino lo metterà nelle condizioni di lavorare il meglio possibile e sono convinto che sarà un grande valore aggiunto per noi”.

Sulla Primavera che si accinge a disputare la stagione 2016-2017: “Una delle soddisfazioni più grosse per noi è aver fatto crescere ragazzi che vestono la maglia granata sin da bambini. Sicuramente non tutti i giocatori che militano nelle formazioni del Settore Giovanile arrivano poi in Primavera. Ma i vari Cucchietti, Auriletto, Giraudo, Rivoira e Kouakou quando sono arrivato, cinque anni fa, erano nei Giovanissimi Nazionali e oggi sono in Primavera. Abbiamo una Primavera il cui zoccolo duro è formato da ragazzi cresciuti da noi e questo è motivo di soddisfazione. Uno dei migliori maestri di calcio giovanile, Silvano Benedetti, è il principale artefice di questo. Siamo arrivati a vincere lo Scudetto con 7-8 undicesimi cresciuti nel vivaio e questo vuol dire che nelle categorie inferiori si lavora alla grandissima. Ora lo step successivo è quello di creare dei giocatori da Serie A senza soluzione di continuità”.

La crescita di un Settore Giovanile passa anche, se non soprattutto, dalle strutture a disposizione, e Bava ci tiene a sottolineare i progressi compiuti. “Negli ultimi anni c’era pessimismo su quello che si poteva fare. In questi anni il Presidente ha dimostrato di voler investire. Oggi abbiamo un centro a Orbassano con tre campi in erba e tre campi sintetici, palestra e uffici. C’è il sogno chiamato Filadelfia, che sta per diventare realtà. E poi c’è il Robaldo: un grande colpo che il Torino FC ha messo a segno, un centro sportivo con cinque campi a disposizione del Settore Giovanile che deve diventare il cuore pulsante del nostro vivaio, una cittadella granata in cui i ragazzi possano toccare con mano cosa vuol dire giocare nel Torino. Infine, menziono la Sede del Settore Giovanile, allo Stadio Olimpico: una sede moderna, dotata di strutture e strumenti di ottimo livello. Certo, si può sempre fare meglio e l’obiettivo è quello di crescere ulteriormente”.

Infine, una battuta sul progetto Toro Academy: “Un progetto iniziato cinque anni fa firmato Comi e Benedetti. Abbiamo avuto la possibilità di avvalerci di un grande professionista, Teodoro Coppola, a cui abbiamo affidato lo svolgimento del progetto. Abbiamo iniziato a lavorare nel territorio, e anche grazie ai risultati di Prima Squadra e Settore Giovanile in Italia ora abbiamo 37 società sparse per il suolo nazionale, tra affiliazioni e club satelliti. A settembre apriremo anche una Academy all’estero. Vi posso garantire che il marchio Toro sta crescendo a dismisura a livello nazionale, soprattutto tra i più giovani. Molti bambini si stanno innamorando del Torino”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy