Torino-Middlesbrough, Edera sfida Chapman: due promesse da mantenere

Torino-Middlesbrough, Edera sfida Chapman: due promesse da mantenere

Youth League / Sfida nella sfida all’Olimpico tra classe ’97: i due giocatori chiamati a fare la differenza nelle rispettive squadre

Edera, Primavera, Supercoppa, Edera e Candellone

Alle 20.00 di questa sera la Primavera del Torino si troverà di fronte i pari-età del Middlesbrough, nel ritorno del secondo turno di Uefa Youth League. I ragazzi di Moreno Longo sono chiamati all’impresa all’Olimpico: ai granata, infatti, si chiede di ribaltare il risultato dell’andata in Inghilterra (3-0), quando Mantovani e compagni si erano fatti travolgere negli ultimi 13′ dagli inglesi di coach Craig Liddle.

IL TALENTO DI EDERA – Chiamato a fare la differenza tra le fila granata, chiaramente, è Simone Edera: la stellina classe ’97, infatti, ha tutte le carte in regola per illuminare nuovamente lo stadio di Torino, come fatto contro il Senica nella gara di ritorno. Le defezioni di Martino e Debeljuh (che ne avranno per circa 6 mesi) pongono di fatto l’esterno di Longo come il giocatore offensivo di maggiore talento, e le sue scorribande sulla destra saranno fondamentali per l’andamento del match contro gli inglesi, che si sono dimostrati avversario difficile da bucare, ma non impossibile. Il mancino di Edera, infatti, se innescato nella giusta maniera, ha già dimostrato di poter essere determinante in Europa come in Italia: Longo lo sa, e gran parte delle speranze del popolo granata sono riposte nell’indiscutibile qualità dell’attaccante.

Edera, Torino, Primavera
Simone Edera festeggia il gol contro il Senica

ATTENZIONE A CHAPMAN – Uomo-ovunque all’andata, Harry Chapman ha tutto per rovinare la serata ai tifosi granata anche all’Olimpico di Torino, e i difensori di Longo dovranno fare massima attenzione al classe ’97 del Middlesbrough, autore di un gol spettacolare nella gara di andata in Inghilterra, e uomo-copertina assoluto degli uomini di Craig Liddle. Tecnico, veloce, e dotato di grande senso del gol, il giovane inglese verrà schierato titolare, e la sfida – a distanza – con Edera e più che mai aperta. L’attaccante dei Boro’s, infatti, è una delle promesse più fulgide del calcio inglese, e qualche settimana fa il tecnico della prima squadra del Middlesbrough Aitor Karanka ha dichiarato che il giovane ha “tutto per giocare già con i grandi”. Un bel biglietto da visita per Harry Chapman.

Qualunque sia il risultato finale, ad ogni modo, i riflettori dell’Olimpico di Torino saranno puntati anche e sopratutto su di loro: Simone Edera e Harry Chapman, giovani promesse che non vedono l’ora di essere mantenute. Magari già da questa sera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy