Torino, per De Luca un avvio da sogno. E quel profumo di prima squadra…

Torino, per De Luca un avvio da sogno. E quel profumo di prima squadra…

Promessa / L’attaccante sta vivendo un grande momento, dai gol con la Primavera alle convocazioni con la prima squadra

2 commenti

L’anno scorso stella della Beretti di Migliaccio che si fermo a pochi minuti dallo scudetto di categoria contro l’Inter, in questa stagione Manuel De Luca si era presentato nella Primavera di Coppitelli come uno degli elementi di maggior prospettiva da coltivare nel corso di questo campionato, in modo da curarne la crescita in ottica di un lancio futuro (ma non remoto) nel calcio dei professionisti. La realtà, però, ha di gran lunga superato le aspettative, e il classe ’98 si è concesso un avvio di stagione da protagonista, anche al di fuori della propria categoria.

Rossetti De Luca Sisport allenamento
De Luca (primo da destra) in Sisport

ODOR DI PRIMA SQUADRA – Complice anche la crisi accusata dal Torino dei grandi tra la terza e la quarta giornata di campionato, quando tra gli infortuni di Ljajic e Belotti e i vari acciacchi che stavano tartassando il reparto offensivo granata, per evitare di rimanere con la coperta corta in attacco Mihajlovic ha deciso di cautelarsi, chiamando proprio De Luca per i match contro Atalanta ed Empoli. Un vero e proprio premio per il ragazzo, che evidentemente è piaciuto al tecnico serbo negli allenamenti svolti a ranghi misti tra prima squadra e Primavera.

De Luca in amichevole contro la Luese
De Luca in amichevole contro la Luese

TEMPO AL TEMPO – Nel frattempo, tornato nei ranghi della squadra di Coppitelli, De Luca si è rimesso immediatamente a servizio del gruppo, senza che nulla fosse cambiato, ma anzi dimostrando di aver vissuto come uno stimolo il contatto con i grandi: atteggiamento evidente nelle ultime partite ufficiali giocata dalla Primavera, con la punta di Bolzano andata a segno per ben quattro volte in due partite, con la rete che ha tenuto in piedi il Torino contro la Pro Vercelli e con la spettacolare tripletta che ha steso l’Ascoli in trasferta, consentendo ai granata di continuare la propria corsa a braccetto con le favorite del girone. I gol in Primavera, l’odore di prima squadra. Per De Luca un avvio di stagione da sogno, mentre il Toro appunta e, con pazienza, aspetta.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. VecchiaQuercia52 - 2 mesi fa

    In effetti oltre all’anagrafe che pone termine tra pochi anni alla carriera di Maxi Lopez, c’è anche il rendimento realizzativo di Joseph Martinez, eterna promessa che però deve fare vedere cosa vale definitivamente.

    Avere dei validi attaccanti da far crescere in Primavera e svezzare in serie B è garanzia di futuro per la prima squadra.

    Non dimentichiamo anche che in giro c’è anche Vittorio Parigini oltre ad altri ragazzi in prestito più grandicelli di De Luca.

    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dbGranata - 2 mesi fa

    L’anno scorso avrei onestamente puntato più su tobaldo che de luca, ad ogni modo sta davvero stupendo. E io tifo per lui. Maxi tra kg di troppo ed età non è più immortale, un buon giovane di prospettiva come vice Belotti non mi farebbe schifo 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy