Torino Primavera, a Parma con la pressione addosso: ora alza la voce

Torino Primavera, a Parma con la pressione addosso: ora alza la voce

Primavera, Parma – Torino: la presentazione / La Juventus vincendo l’anticipo si è portata a pari punti, lo Spezia ha una trasferta abbordabile: il secondo posto va difeso coi denti

 

È giunto il momento clou della stagione Primavera. Basta una rapida occhiata alla classifica del Girone A per capire quanto sia in evoluzione la situazione: si lotta ancora per tutti gli obiettivi, dal primo posto alla qualificazione play-off. L’atmosfera si fa bollente soprattutto per quanto riguarda la seconda piazza della classifica, quella che porta dritti alle Final Eight permettendo di evitare le forche caudine degli spareggi per la qualificazione.

LA JUVENTUS È LÌ – Il Torino è attualmente secondo, quattro punti dietro alla Fiorentina (che però ha una partita in meno), appaiato proprio ieri dalla Juventus, che vincendo 1-2 a Bologna ha acciuffato per una notte l’obiettivo di portarsi alla pari dei granata. E solo un punto dietro si trova lo Spezia, che i granata purtroppo non sono riusciti a superare nello scontro diretto in casa di domenica scorsa e che oggi è impegnato sul campo di un Modena non irresistibile.

PARMA, INTERESSA SOLO LA VITTORIA – Insomma, è facilmente comprensibile come adesso sia arrivato il momento in cui non si può più sbagliare. Oggi pomeriggio i granata iniziano il rush finale del campionato a Collecchio dal Parma dei ragazzi di Hernan Crespo, che proprio come i “fratelli maggiori” della Prima Squadra non si sono fatti scoraggiare dalla precarietà della loro situazione societaria ma lottano per agganciare il quinto posto, che può valere la qualificazione play-off. Le residue speranze emiliane di qualificazione per le Finali Scudetto, che avrebbe senza dubbio del clamoroso, passano sicuramente per lo scontro di oggi col Toro.

Un Toro che però non può e non deve mollare nulla: il secondo posto vale oro e va protetto con le unghie e con i denti, soprattutto in vista del derby di fuoco contro la Juventus che andrà in scena settimana prossima. Se è vero che la squadra di Longo in alcune occasioni quest’anno ha palesato qualche problema nel reggere la pressione, è anche vero che in pochi, lo scorso settembre, avrebbero pronosticato una Primavera in grado di lottare per il secondo posto a questo punto della stagione. Ecco perché proprio adesso è vietato cedere, ed ecco perché la gara di oggi ha un’importanza capitale: un vero e proprio esame di maturità, che dovrà vedere il Torino alzare la voce.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy