Torino Primavera, alla ricerca del fuoriquota

Torino Primavera, alla ricerca del fuoriquota

Giovanili / Due posti sono già stati prenotati, ma mancano un paio di nomi per rendere la rosa più competitiva

Il Torino Primavera è pronto ad affrontare la sua seconda stagione sotto la guida di mister Coppitelli che, ancora adesso, sta cercando di dare ordine e completare questa squadra. La formazione granata si riunirà il 20 di luglio in piazza d’Armi, e quello sarà il momento dell’inizio della nuova stagione. Una delle questioni più spinose che ancora deve essere risolta riguarda i fuoriquota, ovvero giocatori di un anno più grandi (in questo caso del 1998) che vengano aggregati alla squadra. Due posti sono già occupati, precisamente da Rivoira e D’Alena, due giocatori che sono stati confermati nella squadra di Coppitelli.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

La questione, ad oggi, è riuscire a trovare almeno un paio di giocatori fuoriquota da inserire: le opzioni sono tante, e verranno valutate attentamente da Coppitelli e dal responsabile del settore giovanile, Massimo Bava. Partendo in questo discorso bisogna ricordare che alcuni giocatori non possono più essere fuoriquota: è questo il caso di Reno Piscopo, giocatore arrivato nel mercato di riparazione di quest’anno, che però non è stato confermato. Stesso discorso vale per Matar Dieye, giocatore al quale non è stato prolungato il contratto e che adesso si trova libero. Per quanto riguarda Bortoletti, invece, la società granata non è riuscita ancora a trovare un accordo sul riscatto con la Pistoiese, e quindi il ragazzo non può essere preso in considerazione.

Fabio Bortoletti, centrocampista classe 1998
Fabio Bortoletti, centrocampista classe 1998

Le soluzioni, dunque, non sono così poche: la prima ipotesi è quella che riguarda Rossetti e De Luca, i due giocatori che al momento sono alla corte di Sinisa Mihajlovic a Bormio, ma che potrebbero essere utilizzati quest’anno tra la Primavera e la Prima Squadra. Però il futuro dei due ragazzi non è ancora certo: entrambi hanno delle offerte per giocare in categorie inferiori di calcio professionistico e le loro rispettive situazioni potrebbero cambiare.

Ador Gjuci
Ador Gjuci

Un’altra soluzione potrebbe essere quella di impiegare Gjuci, che è ancora sotto contratto con il Torino. Infine, l’ultima possibilità è quella che il Torino intervenga sul mercato, e acquisti un paio di giocatori che vadano a riempire lo spazio vuoto nelle caselle dei fuoriquota.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy