Torino Primavera, arriva lo Spezia: il quinto posto passa da qui

Torino Primavera, arriva lo Spezia: il quinto posto passa da qui

Giovanili / Assimilare gli arrivi in fretta, per ricompattarsi dopo il derby e ripartire con l’obiettivo dei playoff

La sconfitta subita in rimonta nel derby della scorsa settimana ha probabilmente segnato uno spartiacque nella stagione del Torino, costringendo la truppa di Moreno Longo ad abbandonare, almeno per il momento, le ambizioni di qualificazione diretta alle Final Eight. Le attenzioni del gruppo, ora, andranno concentrate sul mantenimento del quinto posto, che potrebbe essere l’ultimo valido per la qualificazione ai playoff che regaleranno gli ultimi due posti alle finali – se sarà sufficiente, lo si vedrà con i risultati negli altri gironi. In quest’ottica, la sfida con lo Spezia conta moltissimo.

TESTA A TESTA – Le due squadre sono divise in classifica da tre punti: il campionato è ancora lungo (siamo solo alla terza di ritorno), ma sicuramente aumentare il distacco sui liguri potrebbe concedere tranquillità ai granata, in cerca di punti dopo la beffa contro la Juventus, che potrebbero così tornare a guardare la classifica verso l’alto, alla caccia di quel Sassuolo che, al momento, occupa la quarta piazza. Il calendario, dopo test complessi come Fiorentina e derby, regala un terzo incontro d’alta quota a Mantovani e compagni.

primavera
La Primavera festeggia l’illusorio vantaggio nel derby

LAVORI IN CORSO – Integrare  è il motto principale di Longo alla viglia della sfida, visto che i granata si trovano ad affrontare lo Spezia con una rosa in continua evoluzione, non solo in attacco, com’era preventivabile dopo gli infortuni di Debeljuh e Martino, ma anche a centrocampo: l’ultimo acquisto in ordine di tempo è Ianniello (qui i dettagli), che ha seguito la punta Tassi – arrivato a cavallo del match con la Juve. I due sono arrivati dopo Andrea Compagno (primo arrivo) e il senegalese Boubacar Traoré (dal Tuttocuoio). Inoltre sarà indisponibile Zenuni, impegnato con l’Under 21 dell’Albania. Insomma, una rosa da riamalgamare per Longo, in vista di uno sprint finale che promette scintille, a partire dalla sfida di questo pomeriggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy