Torino Primavera, che emozione la Youth League: buona la prima

Torino Primavera, che emozione la Youth League: buona la prima

Youth League / Personalità e tante occasioni create: a Senica i ragazzi di Longo portano a casa uno 0-0 che fa ben sperare in vista del ritorno

1 Commento

E’ un risultato certamente positivo quello ottenuto dal Toro Primavera ieri pomeriggio a Senica. Alla loro prima uscita storica in Youth League, gli uomini di Longo hanno infatti strappato uno 0-0 esterno che dà indubbiamente loro buone chance di qualificazione in vista della gara di ritorno.

OTTIMO IMPATTO – Risultato giusto quello maturato in Slovenia, sebbene non manchi qualche rammarico per le occasioni non concretizzate da Martino nel primo tempo e quegli scampoli finali di partita giocati in superiorità numerica. Tutto sommato, però, il bicchiere si può considerare mezzo pieno: vero, a Torino, i Campioni d’Italia nel massimo livello giovanile saranno costretti a vincere ma è soprattutto la prestazione ad aver convinto, con i granata, trascinati da un ispiratissimo Edera, decisamente più pericolosi dei loro avversari (17 conclusioni contro le 7 degli sloveni). Inoltre, adesso i granata conoscono da vicino i propri avversari e sanno che cosa aspettarsi e dove colpirli. Al referto vanno ovviamente anche alcuni pericoli: monumentale Zaccagno sulle bordate ad inizio ripresa di Varga e Mraz e clamoroso il palo colpito da Jedinak.

Edera (Primavera Torino)
Simone Edera, uno dei migliori del match di ieri a Senica

TRAGUARDO STORICO – Al di là di tali considerazioni, è bene sottolineare come quello di ieri abbia rappresentato un appuntamento storico e prestigioso per l’intera società torinese: proprio nel momento in cui la prima squadra è a ridosso dei vertici della classifica di Serie A, la Primavera, fresca del suo nono tricolore, fa il suo esordio nella competizione continentale. I sopraelencati sono solamente i più altisonanti degli innumerevoli ottimi risultati conseguiti dal Club di Via Arcivescovado negli ultimi anni nonché l’inevitabile frutto del duro ed oculato lavoro di dirigenti, scout e allenatori all’interno della realtà granata.

I ragazzi di Longo bagnano quindi la loro prima uscita in Youth League con un pareggio a reti inviolate che può far sorridere. Il match di ritorno coinciderà con il prossimo capitolo di questo meraviglioso sogno europeo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. PaoloSWE - 2 anni fa

    bravi ragazzi… ma adesso serve la vittoria in casa nostra!!! dai che la prossima avversaria é giá piu interessante visti gli abbiameti per il prossimo turo giá decisi! FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy