Torino Primavera, con la Lazio altra vittoria da “grande”. E con questo Rauti…

Torino Primavera, con la Lazio altra vittoria da “grande”. E con questo Rauti…

Giovanili / I granata chiudono al meglio il girone di andata, dando ottimi segnali per il futuro imminente. Coppitelli cambia modulo e la squadra non ne risente, anzi…

Comincia come meglio non poteva cominciare, il 2018 della Primavera granata: il Torino di Federico Coppitelli ha infatti battuto 3-1 la Lazio al Filadelfia (la seconda vittoria in campionato nel leggendario impianto granata), mettendo tre punti di assoluta importanza in cascina e chiudendo il girone di andata al settimo posto, a -1 dalla zona playoff e con una gara da recuperare. Punti importanti per la classifica, dunque, ma anche e soprattutto per il modo in cui sono arrivati: la squadra granata ha infatti dato un’ennesima prova di maturità, riuscendo a soffrire (pur senza concedere molto) quando necessario, e colpire nel momento giusto, dimostrando di poter fare gol più o meno in qualsiasi modo. Un segnale più che positivo in vista dei prossimi impegni, anzi del prossimo impegno: contro la Sampdoria, alla prima dopo il giro di boa, serviranno subito tre punti per confermare il trend e continuare la “rincorsa” alla zona calda.

Dicevamo dei gol, fondamentali se si vuole vincere una partita, e ancora più significativi se arrivano da chi ancora risultava a secco o quasi. Coppitelli ha voluto e dovuto cambiare contro la Lazio, proponendo un inedito 4-3-3 con il tridente Millico-Butic-Rauti. Una soluzione dettata, secondo il tecnico, dal fatto che non si era ancora riusciti “a trovare un’alternativa a De Angelis” per il 4-3-1-2, e dunque ecco Rauti lanciato dal 1′ e protagonista del terzo gol con un bel colpo di testa. Oltre al primo gol in campionato, quella dell’ex Under 17 è stata una prova positiva a tutto tondo, che fa ben sperare per l’immediato futuro. Un presente, invece, sempre più nel segno di Ben Kone, protagonista del girone di andata ma fino a ieri ancora a secco di gol: anche la sua rete è un’ottima iniezione per lui e per la squadra.

P1400414

Temperamento e identità di gioco, con in panchina un tecnico che sta dimostrando di saper cambiare tatticamente – attingendo da una rosa sì di qualità ma che in questo mercato necessiterà di alcuni ritocchi fisiologici. Il Torino Primavera inizia col botto il nuovo anno, e il bello arriva proprio adesso…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy