Torino Primavera, Coppitelli deluso: “Settanta minuti senza furore”. E su Lyanco…

Torino Primavera, Coppitelli deluso: “Settanta minuti senza furore”. E su Lyanco…

Giovanili / Il tecnico granata è intervenuto ai microfoni di Torino Channel dopo la sconfitta sul campo del Milan

di Redazione Toro News

Perde il Torino Primavera sul campo del Milan: un 2-1 per i padroni di casa che non può certo lasciare soddisfatto il tecnico granata Federico Coppitelli. “Non sono soddisfatto di quello che abbiamo fatto. Non eravamo la squadra che eravamo soliti essere, abbiamo degli alibi ma dobbiamo capire che se non ci si epsrime bene non si vince in questo campionato”. Ancora il tecnico: “Dobbiamo ricordarci chi siamo e che qualità abbiamo, e se andiamo in casa del Milan senza metterci furore non si vince la partita. E’ stata una settimana particolare, ma il concetto è che dobbiamo poggiare sempre il nostro gioco su caratteristiche oggi per 70′ non ho visto. Non sono soddisfatto, anche se loro comunque non han fatto granché meglio di noi”.

LEGGI: La cronaca di Milan-Torino 2-1

Coppitelli commenta la prestazione dei suoi senza mezzi termini, con onestà: “Diciamo che come detto prima è stata una settimana strana, ma così sono le settimane delle Nazionale. Millico e Rauti sono arrivate ieri e ci sono altri giocatori a cavallo tra noi e la prima squadra. Oggi però non ho visto niente nel primo tempo, fino al nostro rigore non c’era stato nulla da parte nostra. Io sono esigente, quando mettiamo questa maglia dobbiamo fare le partite come sappiamo fare, perché se non lo facciamo si perde. Non ci si può permettere nulla perché il campionato è questo e lo sappiamo. Una settimana giochi con il Milan, l’altra con la Juventus, poi con la Fiorentina. Le partite sono tutte di livello e non ci si può permettere passi falsi come questo”.

Primavera, la pagelle di Milan-Torino 2-1: fantasma Damascan, segna sempre Millico

“Nell’intervallo ero deluso. Perchè noi quest’anno possiamo fare bene. Ma dobbiamo giocare in un certo modo, con una certa attitudine. Noi dobbiamo giocare da squadra saggia, per fare sì che si verifichino situazioni a nostro favore, e non lo abbiamo fatto. Mi aspettavo di più. L’ho detto ai ragazzi. Nel secondo tempo, nell’ultima parte, abbiamo fatto anche la partita che dovevamo fare, però dal punto di vista tattico serviva comunque qualcosa di più”. Ancora Coppitelli: “E’ chiaro che dobbiamo rimetterci a lavorare con continuità adesso. Avere una settimana piena di lavoro mi rende contento. Oggi anche Gilli non era al 100% e neanche Kone, la sosta non ci ha consentito di recuperare molto. Contro l’Empoli vorrei rivedere la squadra che siamo, con i nostri pregi e i nostri difetti. Oggi ho visto poco di questo”.

Sui fuoriquota oggi aggregati: “Per noi quando vengono sono un valore aggiunto. Sono tre ragazzi che sanno calarsi per quanto possibile nella parte con la giusta mentalità, per quanto la conoscenza con i compagni sia importante. Poi la Primavera è una categoria strana: dobbiamo fare risultati, ma al contempo siamo al servizio della prima squadra se c’è un giocatore che deve accumulare minutaggio. Su Lyanco non ho il polso della sua condizione fisica, ma sicuramente quando viene ci dà sempre qualcosa, mi sembra che oggi abbia fatto novanta minuti buoni sotto tutti i punti di vista“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy