Torino Primavera, Coppitelli: “Millico? Fortunato ad averlo: ma che bravo De Angelis”

Torino Primavera, Coppitelli: “Millico? Fortunato ad averlo: ma che bravo De Angelis”

Le parole / Così il tecnico granata al termine del match di Caselle di Sommacampagna

di Redazione Toro News

Termina Chievo-Torino Primavera e per il tecnico granata Federico Coppitelli è il momento di commentare la sfida. “Come dico sempre, ogni prestazione va incasellata in un periodo: la sesta vittoria consecutiva è qualcosa di veramente speciale e importante. Ovviamente ci sono stati degli errori e delle cose che si potevano fare meglio. Non è semplice però al momento trovarle, queste cose. Perchè i ragazzi stanno percorrendo la strada giusta”, dice il tecnico granata a Torino Channel dopo il successo per 1-4 sul campo del Chievo. “Io lo dico spesso, secondo me la partita con il Milan che era stata particolare (avevamo avuto poco tempo di prepararla e avevamo due fuoriquota). Hanno fatto sette punti, tre con noi e meritatamente. Quel giorno i ragazzi hanno capito che serve un compromesso tra obiettivi individuali e di squadra. Abbiamo tanti ragazzi che vogliono incidere, ma non è che tutti possono fare giocate determinanti. Uno lo sta facendo spesso, è vero… Ma tutti devono avere in mente che il bene della squadra è primario”.

LEGGI: Chievo-Torino 1-4, il commento: Millico-show e sesta sinfonia

Un commento su Millico: “Sono un allenatore fortunato, da quando alleno ho avuto quasi sempre il capocannoniere del girone. Negli anni scorsi ho avuto Butic e De Luca, alla Roma ho avuto Tumminello e Scamacca. Vincenzo è un’eccellenza, è chiaro che incide molto e che riesce a concretizzare il lavoro della squadra. Sono bravi anche i compagni: Vincenzo è un accentratore, e per carità ci va benissimo, ma mi sento di fare un plauso anche a gente come De Angelis, che si è sacrificato molto. Se devo fare un nome oggi faccio il suo, poi chiaro che Millico ci inorgoglisce, viene dal vivaio del Toro, lo sto allenando per il terzo anno, per noi è un orgoglio vederlo così”. 

La prossima gara contro l’Atalanta è uno scontro diretto al vertice. “Noi lavoriamo sempre tanto durante la settimana, il campo è la cosa più importante, ma non ci saranno variazioni nel programma. Sappiamo di affrontare la squadra più forte del girone, sappiamo i nostri pregi e i nostri difetti, andremo in campo con consapevolezza”. Ancora il mister: “Oggi secondo me siamo stati meno solidi del solito ma loro avevano un tridente forte. Comunque io l’ho sempre detto, non ho mai visto arrivare a grandi risultati senza equilibrio. Bisogna avere un saldo occasioni create – occasioni concesse che sia positivo”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Hagakure - 2 giorni fa

    FANTASTICI…MITICI…I NOSTRI RAGAZZI E IL MISTER.

    Se ci fosse la benchè minima possibilità di recuperare le forze in un giorno, dovreste essere Voi a giocare in serie A, al posto della maggior parte di quelle amebe parassite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lighthouse - 3 giorni fa

    Grande squadra ed eccellente allenatore!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy