Torino Primavera: si decide sui fuoriquota, ecco le candidature

Torino Primavera: si decide sui fuoriquota, ecco le candidature

Giovanili / Sono giorni decisivi per decidere i tre giocatori classe 1997 da tenere a disposizione di Coppitelli: cinque i nomi da tenere d’occhio, da Friedenlieb a Martino

Martino, Torino, Primavera

Come da tradizione, anche nella stagione 2016/2017 la Primavera del Torino disporrà di tre fuoriquota classe 1997, il massimo consentito dal regolamento. Una scelta che viene rinnovata di anno in anno un po’ per aumentare, come è giusto che sia, la competitività della squadra; un po’ perchè viene ritenuta una mossa importante nei confronti di alcuni profili, come lo sono stati a loro tempo i vari Morra, Rosso e Mantovani, che necessitano di fermarsi una stagione in più in Primavera per completare il loro percorso di crescita.

“CABALLERO” HA OFFERTE – In questi giorni, quindi, si decideranno i tre nomi di giocatori classe 1997 da mettere a disposizione di mister Federico Coppitelli per il ritiro pre-campionato, che inizierà il 20 luglio con il primo allenamento in Piazza d’Armi a Torino per poi proseguire con i ritiri di Acqui Terme e  Cantalupa. Sono cinque i nomi che sembrano poter rientrare tra i prescelti. In primis c’è Richard Friedenlieb, difensore paraguaiano tesserato lo scorso 31 gennaio e da allora diventato uno dei punti di forza dell’ultima Primavera di Moreno Longo. “Caballero”, come è chiamato affettuosamente per via del suo secondo cognome, ha però ricevuto diverse offerte dall’estero tra Svizzera, Belgio e Paraguay, perciò il Torino deve pensare alla strategia migliore per bloccarlo.

Gianluca Piccoli, centrocampista classe 1997
Gianluca Piccoli, centrocampista classe 1997

IN MEDIANA E SUGLI ESTERNI – Altri candidati sono il centrocampista Gianluca Piccoli, arrivato l’estate scorsa dal Varese e autore di una discreta annata nella Primavera granata, che potrebbe trovare seguito con una stagione da fuoriquota; l’esterno Filippo Berardi, sgusciante sammarinese classe 1997 che è legato al Torino da un contratto da professionista addirittura sino al 2020 e per cui c’è anche la possibilità di un prestito in Lega Pro (Sambenedettese e Cosenza si sono fatte avanti); l’altro esterno Boubacar Traore, giunto nello scorso mercato di gennaio dal Tuttocuoio e autore di alcuni buoni spunti nel finale di stagione.

Filippo Berardi: il Torino l'ha vincolato con un contratto da pro sino al 2020
Filippo Berardi: il Torino l’ha vincolato con un contratto da pro sino al 2020

E MARTINO… – Infine, da menzionare c’è il centravanti Massimo Martino. Situazione particolare la sua, essendo reduce da una stagione davvero tormentata dal punto di vista fisico tra una rottura del legamento crociato del ginocchio e un problema importante anche al menisco. Il giocatore è attualmente ritornato al Cuneo, con il Torino che non ha esercitato il diritto di riscatto entro il 30 giugno. Ma, grazie alle ottime relazioni tra il direttore del vivaio granata Massimo Bava e la società biancorossa, suo ex club, il Torino mantiene tuttora voce in capitolo sul futuro di Martino. Per lui molto dipenderà dal possibile ripescaggio del Cuneo in Lega Pro (la decisione è attesa per il 19 luglio): in caso di esito positivo si profilerebbe una stagione tra i professionisti, viceversa è possibile un ritorno in granata come fuoriquota in Primavera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy