Torino Primavera, una rimonta di rigore che fa bene: ma adesso c’è subito la Roma

Torino Primavera, una rimonta di rigore che fa bene: ma adesso c’è subito la Roma

Giovanili / La squadra di Coppitelli trova un pareggio grazie ad un secondo tempo ad alto livello: ma il tempo per riposarsi non è ancora arrivato…

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino di Federico Coppitelli ha agguantato un pareggio casalingo contro il Sassuolo: un risultato che sulla carta è deludente, ma vista l’evoluzione della partita è un punto molto importante. Il doppio vantaggio dei neroverdi sembrava condannare i granata ad una sconfitta tra le mura amiche del Filadelfia, soprattutto per l’atteggiamento visto nel primo tempo.

LEGGI – Primavera, Torino-Sassuolo 2-2: ripresa da grande squadra premiata nel recupero!

MORALE – Il pareggio ottenuto proprio sul gong, con un secondo rigore (realizzato da Millico), è un’iniezione di fiducia per i ragazzi di Coppitelli. Quando il match sembrava ormai segnato, è stato proprio lo spirito forte dei granata (come ha detto lo stesso allenatore del Toro) a risollevare le sorti della squadra: il punto non sarà molto utile dal punto di vista della classifica – anche se permette di rimanere al sesto posto – ma è una dimostrazione importante che la squadra granata non si arrende mai, neppure nei secondi finali.

WhatsApp Image 2018-02-03 at 16.22.06

FATICA – Sicuramente uno dei fattori che ha portato il Torino a faticare molto, è stata la componente fisica: i granata hanno giocato quattro partite nell’ultima settimana e mezza, tra Coppa Italia e recuperi di campionato. La condizione fisica del Sassuolo era senza dubbio migliore, e nel primo tempo è prevalso questo fattore. Un altro elemento, in più, che ha portato il Torino in difficoltà è quello delle seconde linee: se a Bergamo, contro l’Atalanta, le “riserve” avevano conquistato un ottimo punto, al Filadelfia contro il Sassuolo non sono stati all’altezza dei giocatori titolari.

LEGGI – Primavera, le pagelle di Torino-Sassuolo 2-2: D’Alena e Millico cambiano la partita

Adesso, però, il Torino di Coppitelli non può neppure staccare la spina, perché proprio mercoledì arriva la Roma – nuovamente – a Grugliasco. Un altro sforzo per i giovani granata, che dovranno giocare un’altra volta dopo tre giorni: l’avversario di turno, però, ha una condizione fisica molto simile a quella del Toro, avendo giocato proprio contro i granata la semifinale di Coppa Italia.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy