Torino-Virtus Entella Under17, Sesia: “Abbiamo giocato male, si salva solo il risultato”

Torino-Virtus Entella Under17, Sesia: “Abbiamo giocato male, si salva solo il risultato”

Post partita / Il tecnico granata ha così commentato il match odierno: “Abbiamo giocato assolutamente sotto tono: siamo stati anche fortunati”

Il Torino Under17 ha sconfitto i rivali della Virtus Entella per tre reti ad una, cogliendo così la seconda vittoria consecutiva in questo campionato che si sta pian piano risollevando. Gli uomini di Sesia hanno avuto la situazione in mano per tutta la partita, perché gli avversari liguri non si sono quasi mai resi pericolosi. Ma il tecnico Marco Sesia è parso particolarmente deluso dalla prestazione dei suoi giocatori, nonostante la vittoria. Ecco le sue dichiarazioni.

Quest’oggi ho visto parecchio male i miei ragazzi,  stata una brutta partita, giocata male e sotto ritmo. Da salvare c’è il risultato, ma siamo stati anche  fortunati nel primo tempo perché loro potevano pareggiare. Poi dopo il 2-0 su un calcio di punizione ha fatto finire la partita, poi siamo rimasti anche in 10: oggi onestamente è stata la partita più brutta che abbiamo fatto da quando abbiamo iniziato.

Il tecnico ha poi proseguito: “La prestazione non c’è stata, al di là delle vittorie: è necessario giocare meglio. Abbiamo fatto l’amichevole sette giorni fa contro l’Inter che abbiamo vinto 3-0: quella è stata una partita, dal punto di vista qualitativo, dieci volte migliore rispetto a questa. I ragazzi devono capire che l’Inter è uguale all’Entella, l’Entella deve essere uguale alla Juve, perché così è il calcio.”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_338 - 1 mese fa

    Sicuramente Meghini fa giocare meglio, però è pure vero che questa squadra ha poca qualità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gionz_428 - 1 mese fa

    Ma per favore invece di dire solo “forte” e “50 metri” fai giocare a calcio , non sei al Lucento .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy