Toro, gli Allievi ’98 sconfitti 4-0 ad Alessandria

Toro, gli Allievi ’98 sconfitti 4-0 ad Alessandria

Netta sconfitta per gli Allievi ’98 del Torino in casa dell’Alessandria: al “Centogrigio” termina 4-0  per i padroni di casa la gara valida per la 5° giornata del campionato Allievi Lega Pro.
Netta sconfitta per gli Allievi ’98 del Torino in casa dell’Alessandria: al “Centogrigio” termina 4-0  per i padroni di casa la gara valida per la 5° giornata del campionato Allievi Lega Pro.
Gara tatticamente perfetta per i giovani grigi di Maurizio Ferrarese (da calciatore, meteora nel Torino dei primi anni ’90), che partono subito forte: dopo soli 6′ è l’ex granata Gentile ad impegnare Bersano con una conclusione dalla distanza, mentre il vantaggio arriva già al 13′, su un rigore ottimamente trasformato da Casula, altro ex Toro. 
Se il penalty può considerarsi una gentile concessione del Direttore di gara, Gualtieri di Asti, che sanziona nel modo più severo un intervento in area di Corrao, altrettanto non può dirsi del proseguio della gara. Dopo l’1-0, infatti, il Torino sparisce dal campo: al 23′ è ancora Gentile ad andare vicino al goal, mancando per un soffio la deviazione su tiro-cross di Amelio, mentre al 36′ arriva il raddoppio, firmato Neirotti. Il numero 10 dei grigi può ribattere in rete di testa direttamente da calcio d’angolo, colpevolmente indisturbato, con la difesa granata che resta a guardare.
Si va all’intervallo sul doppio vantaggio per i ragazzi di Ferrarese, mentre Fioratti inizia a ragionare sulle contromisure. Neppure il tempo di rientrare sul rettangolo verde, però, che dopo soli 2′ l’Alessandria cala il tris, ancora con Neirotti, ancora di testa da calcio d’angolo. Anche questa volta il fantasista dei grigi viene lasciato agire indisturbato da una difesa granata colta decisamente impreparata, per una ripresa che si preannuncia decisamente in salita.
Sotto di tre reti, il Torino tenta la reazione di orgoglio ed effettivamente da parte granata inizia a vedersi del bel gioco, con i ragazzi di Fioratti che iniziano a creare rischi per la difesa alessandrina. Al 9′ Kouakou, “prestato” dagli Allievi Nazionali, riparte velocemente sulla destra, apre per Ficco che lascia partire un bel cross per Fadda che, da ottima posizione, manca il tap-in facile facile. Due minuti dopo, all’11’, è ancora Ficco, decisamente il migliore dei suoi, a crossare per la testa di Gili Borghet, anticipato bene dalla difesa grigia. 
Al 12′, però, ecco la beffa: con il Toro sbilanciato in avanti l’Alessandria può ripartire con una certa semplicità, ed è Amelio a beffare Rivoira in corsa lasciando partire un bel destro dal limite dell’area, che batte l’estremo difensore granata Bersano e si insacca rimbalzando sul palo, fissando il risultato sul definitivo 4-0.
I ragazzi di Fioratti, però, spronati dal loro tecnico, non tirano i remi in barca e continuano ad attaccare: al 17′ si avvicinano alla rete con Fadda, che supera il portiere grigio Baralis in dribblling e calcia in rete: la sua conclusione, però, è salvata sulla linea da Canapa. Al 20′ ci prova ancora Fadda, su cross teso di Bettin, ma la palla termina a lato. L’occasione più ghiotta, però, è sui piedi di Ficco, che, a tempo ormai compromesso, calcia a colpo sicuro in area per quello che avrebbe potuto essere il goal della bandiera: anche stavolta, però, a portiere già seduto è un difensore grigio, Basile, a negare ai granata la soddisfazione della rete.
Una vittoria netta, quella alessandrina, di cui, ovviamente, il tecnico Ferrarese non può che essere soddisfatto: “Quando si vince così”, ha dichiarato a fine gara, “Non si può che stare bene, ma questa vittoria non deve farci perdere la testa. Dobbiamo ancora lavorare molto, venivamo da una sconfitta a Chiavari e per i miei ragazzi è stato molto importante togliersi questa soddisfazione. Ci aiuterà sicuramente a lavorare con più serenità e con più fiducia”. Dall’altra parte, decisamente deluso il tecnico granata, Christian Fioratti: “Siamo stati dei polli, abbiamo concesso troppo, in occasioni nelle quali avremmo dovuto essere più scaltri. Quando lasci giocare così tanto l’avversario, anche se poi mostri del bel gioco, non puoi vincere le partite. Continueremo comunque a lavorare duramente per migliorare e rilanciarci”.

ALESSANDRIA (3-4-3): Baralis, Sala (35’st Basile), Casula, Limone, Canapa, Benech, Giudice (15′ Vecchié), Zemide, Amiello (17’st Serio), Neirotti (12’st Casone), Gentile (31’st Chiarlo)

A disp. Agazzi, Dolce, Giorfdano, Mignacco

All. Maurizio Ferrarese

TORINO (4-3-3): Bersano, Bettin (35’st Ciletta), Gili Borghet (22’st Cravotto), Corrao (17’st Romana), Rivoira, Celestri, Ficco, Kouakou, Menabò (4’st Fadda), Mazzola (15’st Rossetti), Giraudo (27’st Rapa)

A disp. Cucchietti, Battaglia, Duguet

All. Christian Fioratti

MARCATORI: 14′ Amelio, 36′, 42′ Neirotti, 52′ Amello

NOTE: /

ARBITRO: Gualtieri di Asti

il nostro inviato ad Alessandria, Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy