Toro, i giovani granata in azzurro attesi da grandi impegni

Toro, i giovani granata in azzurro attesi da grandi impegni

Il mese di ottobre, a livello giovanile, è un mese intenso e particolare, denso, ogni stagione, di impegni internazionali per le Nazionali Under, quelle che vanno dalla Under 15 (quest’anno i ’99) alla Under 20 (quest’anno…
Il mese di ottobre, a livello giovanile, è un mese intenso e particolare, denso, ogni stagione, di impegni internazionali per le Nazionali Under, quelle che vanno dalla Under 15 (quest’anno i ’99) alla Under 20 (quest’anno i ’94).
Nonostante qualche “favorino” di troppo ai grandi club, da registrarsi anche a livello giovanile, e qualche convocazione “fantasiosa” a fronte di qualche esclusione eccellente e misteriosa, il Torino, come vivaio, è ben rappresentato pressoché in ogni categoria. Su tutte, spiccano in questi giorni la Nazionale Under 18, attesa dai Mondiali di categoria negli Emirati Arabi, e la Nazionale Under 17, in Lituania per la prima fase di qualificazione agli Europei di categoria.

UNDER 19 SENZA BARRECA. E ARAMU? – Il rammarico, in casa granata, resta grande per la Nazionale Under 19, in Israele per i campionati Europei, ma senza Antonio Barreca: il terzino sinistro classe ’95, parte integrante della selezione di Alessandro Pane, ha riportato una distorsione alla caviglia proprio a Coverciano e dovrà accontentarsi di seguire i compagni a distanza. Per gli azzurrini, l’esordio oggi pomeriggio contro i padroni di casa israeliani, mercoledi 10 la sfida al Liechtenstein e domenica 13 quella alla Danimarca. C’è da chiedersi, fra l’altro, se a Pane non avrebbe fatto comodo anche un grande talento granata, Mattia Aramu, capocannoniere del girone A del campionato Primavera, e stabilmente integrato al gruppo fino all’infortunio riportato, anch’egli in Nazionale, lo scorso gennaio. Nonostante l’eccezionale rendimento di questa prima parte di campionato il mancino granata non è stato convocato… Ne prendiamo atto.

UNDER 18, PARIGINI PORTA UN PO’ DI TORO NEGLI EMIRATI – Chi ci sarà, e non avrebbe potuto essere altrimenti, è Vittorio Parigini, aggregato alla spedizione azzurra della Nazionale Under 18 verso i Mondiali di categoria (sarebbero Mondiali Under 17, ma la FIGC partecipa con la selezione che si è conquistata la qualificazione nell’anno solare, quella dei ’96 che, ormai, fanno parte dell’Under 18). Il talento granata, ora in prestito alla Juve Stabia, ha giocato sabato nel secondo tempo in Serie B contro la Ternana, tutte esperienze importanti per un ragazzo di appena 17 anni, ed ora è in ritiro nel varesotto con il CT Daniele Zoratto. Giovedi 10 la partenza per gli Emirati, primo incontro il 17 ottobre contro la Costa D’Avorio, il 20 ci sarà la Nuova Zelanda, il 23 l’Uruguay. Si qualificano agli ottavi le prime due dei sei gironi e le due migliori terze, un obiettivo ampiamente alla portata degli azzurrini, che dovranno stare attenti a non farsi sorprendere. Fra l’altro, segnaliamo che le gare dei ragazzi di Zoratto saranno trasmesse in diretta su Rai Sport quindi sarà possibile seguire, fra gli altri, anche il talento di Moncalieri.

UNDER 17, BATTESIMO DEL FUOCO PER CARONTE E D’ORAZIO – Esperienza azzurra importante anche per la Nazionale Under 17, quella vera e propria, il nuovo ciclo composto dai classe ’97. Il CT Bruno Tedino ha voluto con sé il terzino destro Federico Caronte ed il centrocampista Andrea D’Orazio, entrambi grandi punti di forza degli Allievi Nazionali di Andrea Menghini. I due saranno in ritiro giovedi 10 ottobre, poi voleranno in Lituania per la fase di qualificazione agli Europei, sfidando l’Ucraina il 19 ottobre, i padroni di casa il 21, la Svezia il 24. Sfide di grande livello per gli azzurrini, forse all’esperienza più importante della propria carriera, avendo affrontato pressoché unicamente tornei negli anni passati.
Avere due granata nella spedizione è sicuramente motivo d’orgoglio, ma il rovescio della medaglia c’è: il campionato Allievi Nazionali si ferma questo weekend e non il prossimo, quindi Menghini non avrà a disposizione D’Orazio nella gara di campionato di domenica 20 ottobre contro il Cesena. Caronte, espulso a Bogliasco con la Sampdoria, non sarebbe stato comunque disponibile per squalifica… Fortunatamente, però, almeno a livello giovanile i CT non fingono di adottare alcun “codice etico”, e ci risparmiano qualche ipocrisia.

In bocca al lupo a tutti!

Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy