Under 17: Juventus-Torino, una vittoria per sognare il sorpasso

Under 17: Juventus-Torino, una vittoria per sognare il sorpasso

Il Derby della Mole Allievi, la presentazione / I granata vogliono portarsi a meno tre punti e poi sperare nel calendario

Nella categoria Under 17, si sa, conta soprattutto la crescita dei giocatori in in ottica Primavera. Ma in un Derby della Mole che arriva alla terzultima di campionato ad assumere rilevanza sarà il risultato finale. Il gruppo dei 1999 del Torino di Menghini, praticamente già certo di un posto ai play-off Final Eight, può ancora sognare il sorpasso ai danni dei rivali bianconeri al secondo posto, ma la strada da percorrere è una sola: uscire da Vinovo con una vittoria.

LA SITUAZIONE – Capitan Buongiorno e compagni, come si diceva, a tre giornate dal termine del girone sono praticamente sicuri di potersi giocare le Final Eight almeno ai Play-Off. Infatti, è matematicamente certo almeno il quinto posto nel Girone A, che sarà utile al 99% vista la situazione nel Girone C dove la quinta (il Pescara) è attardata di otto punti rispetto al Genoa, la quinta del Girone A. Ma mister Menghini, come sottolineato ai nostri microfoni, non ha ancora abbandonato il sogno secondo posto, che varrebbe la qualificazione diretta alle fasi finali. Con una vittoria nel derby, infatti, il Torino si ritroverebbe a meno tre punti dalla Juventus a due giornate dalla fine; e poi i bianconeri dovranno affrontare due difficili scontri diretti, in casa della Sampdoria e a Vinovo con la Fiorentina, mentre i granata ospiteranno il Genoa in casa e termineranno il Girone sul campo del Novara.

Under 17, la formazione titolare del Derby contro la Juventus
La formazione del Torino nel derby d’andata contro la Juventus

Insomma, i classe 1999 possono ancora sognare il colpaccio, come riuscì alla leva dei classe 1998 la scorsa stagione, che grazie a un campionato magnifico arrivarono direttamente in Final Eight dove rimasero fuori per un soffio dalle semifinali. Molto dipenderà, inutile negarlo, dall’eventuale presenza tra le fila bianconere di Moise Kean, l’attaccante classe 2000 che molti definiscono “nuovo Balotelli”. Già mattatore nel derby di andata, il ragazzo è stabilmente aggregato alla Primavera, ma già la scorsa stagione i bianconeri optarono per schierare nel Derby Allievi i 1998 facenti parte del gruppo di Grosso. Scelta che potrebbe essere replicata anche in questa occasione, ma i granata hanno lo stesso tutte le carte per giocarsela: dal fiuto sottoporta di Iacuaniello, alla qualità di Millico e del recuperato Tuttisanti, per finire con la solidità del reparto difensivo, che con sole 21 reti incassate in 23 partite è tra i migliori d’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy