Under 17 Lega Pro / Juventus-Torino 1-2, Mezzano: “Orgogliosi di questa vittoria”

Under 17 Lega Pro / Juventus-Torino 1-2, Mezzano: “Orgogliosi di questa vittoria”

Postpartita / Le parole del tecnico granata: “Gruppo valido tecnicamente e sano dal punto di vista morale. Rovelli? E’ un tifosissimo del Toro e si è visto…”

Mezzano, Torino, Under 17 Lega Pro, Giovanili

Dopo la vittoria nel Derby Under 17 Lega Pro, ha parlato ai nostri microfoni Luca Mezzano, il tecnico dei granata. Ecco le sue parole:

“Abbiamo fatto un grande secondo tempo, ma anche il primo non mi era dispiaciuto. Siamo andati sotto in un’azione originata da un nostro errore, per il resto avevamo fatto bene. Poi siamo stati bravi a non mollare. Questo gruppo dal punto di vista del carattere dà sempre risposte importanti, frutto del lavoro che facciamo in settimana. Nell’intervallo con i ragazzi abbiamo riflettuto sul fatto che la partita era ancora lì, aperta a qualsiasi risultato. E’ quanto abbiamo fatto, mantenendo alto il ritmo al cospetto di un’ottima squadra come la Juve. Abbiamo ripreso la partita, l’abbiamo ribaltata e poi abbiamo avuto anche la chance di fare il terzo goal. Abbiamo un gruppo, oltre che valido tecnicamente, anche molto sano dal punto di vista morale, e questo non può che fare piacere: non c’è cosa migliore”.

La scossa decisiva l’ha data l’ingresso di un giocatore in particolare: “Rovelli ha fatto davvero molto bene. Sono contentissimo della gara che ha fatto e del suo goal vittoria. E’ un ragazzo arrivato pochi mesi fa dalla Solbiatese, un vero tifosi del Torino, che prima di entrare in campo mi diceva di continuo “Mister, dobbiamo riprendere questa partita”. Sono contentissimo per lui, si rivelerà una risorsa importante”. 

Il Torino è la migliore squadra, nel campionato Under 17 Lega Pro, tra quelle schierate da società di Serie A e B: “Questa cosa ci riempie d’orgoglio. Ma la classifica nel nostro campionato non ha importanza. L’obiettivo è portare avanti i ragazzi per il gruppo degli Under 17 del prossimo anno. I risultati, per come è fatto questo campionato, non hanno una diretta rilevanza. E’ chiaro che nel mio intimo ci tengo, ma il mio compito è preparare i ragazzi per la prossima stagione”.

Dal prossimo anno il Campionato cambierà, con l’introduzione del torneo Under 16 riservato alle squadre di Serie A e B: “Devo dire la verità, ritengo questo torneo utile anche per come si presenta oggi. Giocare contro le squadre delle società di Lega Pro, che schierano ragazzi un anno più grandi, è allenante e bello, perchè spesso si tratta di ottime squadre, come dimostra il fatto che le prime tre della classifica sono Pavia, Alessandria e Cuneo. E’ vero che comunque giocare per lo Scudetto dà una motivazione in più: proprio per questo io avrei introdotto già da quest’anno una fase finale riservata alle società di Serie A e B. Questa riforma la valuteremo più avanti”. 

Tanti giocatori classe 2000 sono spesso e volentieri aggregati già oggi al gruppo degli Under 17 A-B, quello di Andrea Menghini: “Diversi ragazzi sono stati ritenuti pronti per stare già con il gruppo dei 1999: Samake, Ambrogio, Rauti, Gonella, Millico, Matera… sono stati bravi loro, è un motivo di orgoglio più che per me per la società, che l’anno prossimo potrà contare su un gruppo dei 2000 già prontissimo per la categoria degli Allievi Nazionali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy