Willyan Barbosa, 19 anni e tanto talento (da valorizzare)

Willyan Barbosa, 19 anni e tanto talento (da valorizzare)

Compie oggi 19 anni, ma neanche li dimostra: é il compleanno del talento brasiliano Willyan Barbosa, pescato dal Torino a Viareggio nel 2010 ed oggi vice-capocannoniere della manifestazione, con giá quattro reti all’attivo nella fase a gironi.

Commenta per primo!

Compie oggi 19 anni, ma neanche li dimostra: é il compleanno del talento brasiliano Willyan Barbosa, pescato dal Torino a Viareggio nel 2010 ed oggi vice-capocannoniere della manifestazione, con giá quattro reti all’attivo nella fase a gironi.

 

ALLA RIBALTA – Su di lui sono giá stati spesi fiumi d’inchiostro, compreso quello ‘virtuale’ su queste pagine, soprattutto dopo che il ritiro estivo del 2012 con la prima squadra ne ha fatto conoscere le qualitá al grande pubblico: in non pochi si sono affezionati a questo ragazzo del ’94, che, in pochi mesi, si é trovato dal Brasile al Convitto dei ragazzi del Torino, squadra che, paradossalmente, conosceva giá bene per la fede granata del papá, di origine italiana.

 

AMATO DAI TIFOSI – Una storia che i cuori granata non avrebbero potuto fare altro che amare, ma non é tutto qui: il ragazzo, in questi ormai 3 anni trascorsi a Torino, di cui quasi uno intero in totale inattivitá per lungaggini burocratiche di tesseramento, ha lasciato intravedere colpi da campione che non potevano passare inosservati. Il termine ‘intravedere’, peraltro, non é usato a sproposito, perché, per un motivo o per l’altro ‘Willy’ non é ancora riuscito a trovare una vera e propria continuitá di impiego. Un po’ sacrificato nella scorsa stagione in Primavera con Asta, dove spesso si é trovato a far posto ai ragazzi piú grandi, frenato, pur nella totale fiducia da parte di Mister Longo, da qualche problema fisico nell’annata in corso, oltre che dalle ennesime questioni burocratiche che ne hanno rallentato il rientro dalle vacanze natalizie in Brasile. E in piú, dettaglio da non trascurare, forse inconsciamente segnato anche da un po’ di delusione per quella Serie A soltanto assaggiata in pre-campionato, e poi salutata per raggiungere nuovamente i coetanei a Venaria.

 

PALCOSCENICI ADEGUATI – Non che Barbosa abbia mai fatto mancare il proprio impegno, anzi… Forse siamo noi osservatori ad averne auspicato una costante promozione ‘tra i grandi’ ancor piú di quanto non abbia reputato necessario lo stesso ragazzo, ma resta un dato incontestabile: quel talento sventagliato sotto i nostri occhi merita un palcoscenico adeguato, come la realtá di questo Torneo di Viareggio in corso ha giá potuto dimostrare. ‘Willy’, infatti, ha potuto esibirsi in non poche delle proprie specialitá della casa, con una gara superlativa soprattutto contro il Cittá di Marino, suscitando gli appetiti di non pochi degli osservatori presenti. Persino uno 007 del Barcellona presente qui al Torneo ha avuto modo di prendere appunti sul ragazzo, strappandoci una promessa di silenzio che, per una buona causa, ci sentiamo di non dover rispettare.

 

VALORIZZARLO APPIENO – Come valorizzare al meglio un talento del suo calibro? Semplicemente… Offrendogli la possibilitá di dare il meglio in ogni occasione, premiandone le doti e mettendolo nella condizione di esprimere il proprio potenziale giocando, non soltanto affidandosi alla (meritata) fiducia di Mister Longo, ma anche esprimendo una politica complessiva in questa direzione da parte della Societá. L’ingaggio del pur ottimo Dolly Menga, pur apprezzabile da molti altri punti di vista, non é certamente la migliore delle mosse in questa direzione, considerata la naturale destinazione di entrambi sulla fascia destra, ben espressa nella gara inaugurale di questa Coppa Carnevale. Insomma, ben venga un impiego di un ragazzo, il belga, che ha rappresentato un investimento importante per il Torino ma si trovi una via mediana perché i ragazzi non si ‘pestino i piedi’ e non si vanifichi la grande operazione condotta ormai tre anni fa da Antonio Comi, portandosi a casa il ragazzo dalle giovanili dei carioca del Leme.

 

GLI ALTRI NON STANNO A GUARDARE – Si tratta di considerazioni non troppo dissimili da quelle condotte soltanto ieri riguardo un altro talento cristallino granata, Vittorio Parigini: ben venga lo scouting e la caccia di buoni affari all’estero, ma che non si sacrifichi mai il patrimonio importante di cui il Torino giá dispone, e del quale anche le altre Societá hanno piena consapevolezza. Non ci é dato sapere se, nel caso l’operazione fosse andata in porto, il prestito alla Nocerina si fosse rivelato produttivo o meno, ma sicuramente possiamo rilevare come il pensiero di molti tifosi sia uno soltanto: vederlo protagonista, e, soprattutto, che ció avvenga con una maglia granata indosso. La vetrina del Viareggio é stata, finora, la ciliegina sulla torta, e il telefono del Procuratore del ragazzo e del Direttore Sportivo granata potrebbe suonare presto: Barbosa ha un contratto vero, da professionista, col quale é meglio non scherzare: al giusto prezzo, e senza garanzie di impiego costante, la possibilitá che si accasi altrove c’é, e non basterá la fiducia del solo Moreno Longo a mutarne eventuali mutamenti di rotta. Il saggio direbbe: ‘Meglio non rischiare’. Con un talento di questo calibro fra le mani, meglio tenere gli occhi aperti… Per permetterci di continuare a sognarne un futuro vero, con questa maglia addosso.

Buon compleanno, Willy!

 

Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy