Youth League, Middlesbrough-Torino: ecco chi sono gli inglesi, Chapman il nome forte

Youth League, Middlesbrough-Torino: ecco chi sono gli inglesi, Chapman il nome forte

Middlesbrough-Torino / La presentazione del prossimo avversario del Torino di Longo in Youth League: una squadra forte fisicamente e dalla buona tecnica

pannello youth league Torino-Senica

Il Middlesbrough sarà l’avversario del Torino il 5 novembre, quando i granata, al Riverside Stadium, affronteranno i “Boro” nell’andata del secondo turno di “Youth League”. Una sfida non facile per i ragazzi di Longo, che dopo aver eliminato il Senica, sono chiamati a confrontarsi con avversario decisamente più pericoloso del precedente.

LA SITUAZIONE – I Leoni inglesi sono reduci da un’esaltante campionato Under 21 , dove hanno chiuso da primi della classe la Second Division, accedendo dunque, da quest’anno, alla Premier League First Division, la massima competizione giovanile inglese, e garantendosi l’accesso alla Youth League. Il cammino di quest’anno vede il Middlesbrough navigare a metà classifica, con 9 punti in 6 gare giocate. L’ultimo incontro risale al 26 ottobre, quando i ragazzi allenati da Craig Liddle si sono imposti per 4-0 sul Leicester City grazie alle reti di Chapman, Tinkler, Bennett, Fewster. Unica pesante sconfitta, quella contro il Manchester City di settembre: 5-1 per i citizens, vano il gol della bandiera di Chapman. Molto bene, invece, lo score nel primo turno di Youth League: dopo aver perso per 5-3 la gara d’andata contro il Reims, in casa i “Boro’s” ribaltano il risultato grazie a tre gol nell’ultimo quarto d’ora, chiudendo il discorso qualificazione con un secco 3-0, dimostrando grande forza di reazione.

PUNTI FORTI – Abituati a giocare in maniera multiforme, i ragazzi di Liddle in questa Youth Lague hanno messo in campo due diverse soluzioni tattiche, entrambe accomunate da una spiccata propensione offensiva. Nella gara d’andata contro il Reims, gli inglesi si sono infatti schierati con un 4-2-3-1, mentre al ritorno il modulo è stato un particolare 3-5-2. Uomini copertina dei “Boro’s”, e sicuramente giocatori pericolosi anche in ottica Torino, sono la punta Harrison Chapman e il centrocampista offensivo Callum Cooke, entrambi classe ’97. Il primo ha già segnato 3 gol in campionato e 2 in Youth league, mentre Cooke – considerato uno dei migliori prospetti inglesi e già nel giro della Nazionale giovanile – è stato il trascinatore contro il Reims. Entrambi dotati di grande tecnica, a Moreno Longo sembra preoccupare maggiormente Chapman, considerato dal tecnico granata come “l’uomo che può spostare gli equilibri della gara”.

Una sfida, dunque, aperta a qualsiasi risultato e che vedrà il Torino affrontare un esame sicuramente più impegnativo rispetto a quello contro i campioni slovacchi: il Middlesbrough è una squadra forte e tignosa, Moreno Longo lo sa e sta preparando al meglio i suoi al crocevia europeo.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    Il gap tra Middlesbrough e Torino questa sera si è fatto sentire eccome.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy