‘Non è un problema di spesa ma di funzione’

‘Non è un problema di spesa ma di funzione’

Sconcertato dalle immagini di Catania, il Presidente granata Urbano Cairo riflette sulle possibili soluzioni al problema sicurezza. Lo fa con lucidità ma senza celare lo sconcerto per una situazione gravissima.

Presidente, quando è lecito ripartire ?

Dobbiamo evitare di stare fermi troppo a lungo. E’ giusta la paura,…

Sconcertato dalle immagini di Catania, il Presidente granata Urbano Cairo riflette sulle possibili soluzioni al problema sicurezza. Lo fa con lucidità ma senza celare lo sconcerto per una situazione gravissima.

Presidente, quando è lecito ripartire ?

Dobbiamo evitare di stare fermi troppo a lungo. E’ giusta la paura, ma bisogna intervenire rapidamente prendendoci anche le nostre responsabilità. Quanto successo è gravissimo, quelle scene di guerra civile non sono da calcio. Non esiste che due fanciulli rimangano orfani, perché il loro padre ha cercato di fare al meglio il suo dovere e soprattutto poi è morto per una partita di pallone.

Come si fa ad andare avanti in questi casi ?

Dobbiamo pensare che questi episodi sono stati causati da una minoranza, mentre c’è una maggioranza di persone civili che vanno allo stadio portando con loro le famiglie. Per loro non dobbiamo mollare, non possiamo cedere di fronte a un pugno di irresponsabili.

Dicono che l’Olimpico sia a norma, però le lettere di protesta e segnalazione dei disagi in curva Primavera si sprecano, tanto è vero che si è mosso persino l’assessore Montabone per fare un sopralluogo con il Centro di Coordinamento dei Club…

L’Olimpico è uno dei cinque stadi a norma in Italia, detto questo sul caso specifico lo conosco e penso che bisognerebbe mettere una rete di protezione, che impedisca e fermi il lancio di oggetti dagli spazi dei tifosi ospiti.

Già, ma chi la paga ?

Dovrebbe pensarci il padrone di casa (il Comune ndr), che all’occorrenza può poi rifarsi su chi utilizza la struttura maggiorando il canone di affitto o cercando di coinvolgerlo nelle spese di gestione dell’impianto.

Un altro problema denunciato dai tifosi è quello che i controlli all’ingresso vengono fatti in maniera “singolare” ovvero togliendo gli accendini ai tifosi locali, mentre invece gli ospiti fanno passare di tutto…

Al comunale di bombe carta per ora ne ho viste poche, perchè ci siamo gestiti bene. E non mi posso assolutamente lamentare dell’operato delle forze dell’ordine, spero che continuino così.

Cosa pensa della proposta di devolvere parte dei diritti tv non all’acquisto di giocatori ma di un sistema di sorveglianti più efficace ?

Non è un problema di spesa ma di funzione. Oggi abbiamo all’Olimpico 330 steward in servizio per ogni partita che ci costano 50 milioni di vecchie lire, peccato però che non abbiano un reale potere di intervento. Per cui le risorse secondo me ci sono già, bisogna capire bene come utilizzarle al meglio.

Lei ha una proposta, un’idea su come si potrebbe uscire da questa situazione ?

Penso che si debba andare avanti non perché lo spettacolo deve continuare, ma perché non possiamo arrenderci a un numero ristretto di incivili, a fronte di una maggioranza di persone per bene che frequentano gli stadi di tutta Italia. Detto questo e premesso che non è il mio mestiere occuparmi di questi problemi, potremmo adottare il modello inglese, adattandolo alla realtà italiana e cercando di capire in che modo questo è fattibile.

L’ing.Vada oggi ha detto a Toronews che uno dei problemi è quello che con la vendita vietata di alcolici nello stadio i presunti tifosi arrivano già ubriachi allo stadio.

Se l’ha detto sarà vero. Però anche in questi casi non è automatico trovare la soluzione, nè può esserlo ricominciare a vendere le bevande alcoliche. Serve una riflessione chiara, fatta in tempi rapidi e poi applicata con la giusta durezza, senza guardare in faccia nessuno. Perché bisogna risolvere questa situazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy