”Ad Aletti il 48%, presidenza e gestione sportiva”

”Ad Aletti il 48%, presidenza e gestione sportiva”

di Stefano Rosso – La notizia è arrivata nella serata di ieri: Stefano Fantinel, dopo una trattativa molto breve, ha ceduto parte della Triestina al gruppi Aletti, capitanato da Sergio ex patron del Ravenna fresco di retrocessione in serie D a causa del processo sul calcio scommesse.

Le informazioni in arrivo dal Friuli sono però frammentarie sia riguardo le quote oggetto della trattativa sia riguardo le cordate…

Commenta per primo!

di Stefano Rosso – La notizia è arrivata nella serata di ieri: Stefano Fantinel, dopo una trattativa molto breve, ha ceduto parte della Triestina al gruppi Aletti, capitanato da Sergio ex patron del Ravenna fresco di retrocessione in serie D a causa del processo sul calcio scommesse.

Le informazioni in arrivo dal Friuli sono però frammentarie sia riguardo le quote oggetto della trattativa sia riguardo le cordate di imprenditori che si erano mosse per acquistare il titolo dell’Alabarda da Fantinel, presidente entrato di diritto nella storia della società giuliana per aver raccolto due retrocessioni consecutive dalla serie B alla Lega Pro 1: TN ha quindi sentito Stefano Rongione, giornalista del settimanale triestino PuntoGol, per farsi raccontare l’esito ed i retroscena della trattativa.

La notizia è ufficiale: Stefano Fantinel ha passato la mano a Sergio Aletti?Alle 17.21 di ieri è arrivato l’accordo ufficiale: Fantinel ha ceduto il 50% delle quote societarie in suo possesso, la gestione sportiva e la presidenza al gruppo Aletti capitanato dall’ex patron del Ravenna Sergio. Per la cronaca Fantinel lascia la Triestina dopo cinque stagioni e due retrocessioni consecutive”.

Quindi come sono state ridistribuite le percentuali?Considerando che Fantinel possedeva il 96% della società, attualmente lui ed il gruppo Aletti ne detengono il 48% cadauno, mentre il restante 4% continua ad essere di proprietà di altri soci”.

Quali cambiamenti verranno apportati dalla nuova gestione?E’ ancora presto per dirlo, ma dalla società ravennate dovrebbero arrivare un nugolo di cinque-sei giocatori ed un nuovo allenatore. Il cambio del tecnico però non è visto di buon occhio in città poichè Pavanel con un gruppo modesto di giocatori è riuscito a portare l’Alabarda al terzo turno di Coppa Italia”.

Sul fronte ripescaggio, invece? Le vicende di Scommessopoli, che hanno affossato proprio il Ravenna di Aletti, potrebbero riaprire le porte della serie B alla squadra giuliana? La società ha sempre detto che avrebbe dato battaglia; i maligni, però, dicono che Fantinel abbia venduto proprio perchè le possibilità di ripescaggio erano e sono ridotte al lumicino”.

Si era diffusa la voce, in verità, anche dell’interesse di una cordata locale capitanata da Vittorio Pedicchio, vicepresidente dell’Associazione degli Industriali di Trieste A metà giugno questa cordata composta da una quarantina di imprenditori si era mossa per chiedere a Fantinel di vendere la società: la trattativa è stata lunga e a tratti poco chiara e si è conclusa, in realtà, con l’inserimento del gruppo Aletti”.

Quindi Pedicchio ha deciso di rinunciare?Personalmente credo di no: le trattative potrebbero andare avanti per arrivare ad acquisire almeno un 20% delle quote in modo da togliere la maggioranza a Fantinel”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy