Chievo-Torino . ‘Una Partita da tripla’

Chievo-Torino . ‘Una Partita da tripla’

Della quinta colonna di matrice granata che milita nel Chievo (Semioli, Pellissier, Mandelli, Mantovani) fa parte anche Marco Pacione, oggi capo ufficio stampa della società veneta e con un passato, fortunato, nelle due realtà di Torino dove però si fece più amare dai tifosi granata che non dagli altri.

Pacione, Chievo-Torino scontro salvezza tra due deluse ?

Della quinta colonna di matrice granata che milita nel Chievo (Semioli, Pellissier, Mandelli, Mantovani) fa parte anche Marco Pacione, oggi capo ufficio stampa della società veneta e con un passato, fortunato, nelle due realtà di Torino dove però si fece più amare dai tifosi granata che non dagli altri.

Pacione, Chievo-Torino scontro salvezza tra due deluse ?

E’ una partita decisiva, come altre sono partite spareggio anche se non rappresentano l’ultima spiaggia, certo che è un match importante per tutte e due le formazioni.

Voi avete esonerato Pillon, cambiare è servito ?

Lo abbiamo cambiato in un momento critico e in certi momenti, si sa, paga per tutti anche se magari non ha colpe specifiche. Nei confronti dell’ex-mister Pillon c’è però una grandissima riconoscenza umana e professionale per quanto fatto l’anno scorso, poi purtroppo siamo partiti molto male. Con Del Neri ci siamo messi in mano a un personaggio che ha fatto la storia della stessa società e ne abbiamo tratto qualche giovamento.

E’ possibile azzardare un pronostico ?

E’ una partita da tripla.

Eppure il Toro perde da cinque partite, il Chievo un po’ meglio lo sta facendo.

Ho visto poco le ultime partite del Toro, da quello che vedo sono in difficoltà e parecchio.

Al posto di Cairo, lei esonererebbe il mister ?

Non posso esonerare nessuno né dare giudizi su un allenatore, però di Zaccheroni non posso che dire bene sia della persona che dell’allenatore.

Si aspettava di trovare il Toro messo così male ?

No, non me l’aspettavo però è anche vero che il calcio è un mistero. Noi l’anno scorso siamo arrivati al settimo posto quando dovevamo, in partenza, lottare per salvarci. Con la stessa squadra quest’anno abbiamo fatti mesi da incubo.

Solitamente quando è così è perché ci sono problemi di spogliatoio…

E’ difficile poter giudicare determinate situazioni da fuori, certo che la palla è rotonda e i problemi alla fine sono un po’ gli stessi dappertutto, seppure declinati in modo diverso. Detto questo non mi permetto di giudicare quanto avviene in casi d’altri.

Pensa che il ritiro possa essere utile in queste situazioni ?

Noi in certi frangenti l’abbiamo fatto e ha portato a qualche beneficio. Però ripeto sono situazioni che variano da realtà a realtà.

Quale giocatore toglierebbe al Toro ?

Rosina in questo momento è quello che può creare i problemi più grossi agli avversari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy