”Ho sempre in testa quell’abbraccio al toro sotto la Maratona”

”Ho sempre in testa quell’abbraccio al toro sotto la Maratona”

di Andrea Ferrini

 

29 presenze e 7 reti in maglia granata, 22 match e 5 gol con la maglia dell’Empoli. Marco Carparelli ha lasciato il segno con entrambe le squadre e, per questo motivo lo abbiamo contattato in occasione dell’appuntamento del “Doppio ex”. In esclusiva per Toronews, ci racconta i suoi ricordi e la sua esperienza con il Pisa.

 

A Pisa stai vivendo una seconda giovinezza,…

di Andrea Ferrini

 

29 presenze e 7 reti in maglia granata, 22 match e 5 gol con la maglia dell’Empoli. Marco Carparelli ha lasciato il segno con entrambe le squadre e, per questo motivo lo abbiamo contattato in occasione dell’appuntamento del “Doppio ex”. In esclusiva per Toronews, ci racconta i suoi ricordi e la sua esperienza con il Pisa.

 

A Pisa stai vivendo una seconda giovinezza, come ti trovi in nerazzurro?

Benissimo. Quest’anno siamo partiti un po’ male ma abbiamo fatto un gran ritorno. Siamo arrivati decimi salvandoci con largo anticipo. Sono molto contento.

Nel 1997 arrivi a Torino e giochi la sfortunata stagione che culminerà con il famigerato spareggio di Perugia. Che ricordi hai della tua esperienza in granata?

Quella con il Toro è stata un’avventura importantissima. Dopo quel maledetto spareggio avevo chiesto alla Sampdoria di rimanere in Piemonte, ma la società non mi accontentò e mi girò all’Empoli. Del granata conservo un ricordo bellissimo, grazie anche all’ottimo feeling che era nato con la tifoseria.

L’anno dopo, appunto, passi all’Empoli.

Pur abbandonando il granata a malincuore in Toscana ho avuto l’occasione di tornare a giocare in serie A, che è il sogno di qualsiasi calciatore. Purtroppo vissi una stagione tra alti e bassi, terminata con una fastidiosa pubalgia. Anche di Empoli ho un bel ricordo, ma si tratta di una realtà completamente diversa da quella granata.

Che differenza c’è, secondo te, tra l’ambiente di Torino e quello di una ”piccola” come Empoli?

Ad Empoli sicuramente c’è più tranquillità, hai meno pressioni. Però Torino ti fa sentire veramente un giocatore di calcio. Il Toro mi ha dato tanto e ho sempre in testa quella corsa sotto la Maratona ad abbracciare il toro dopo il gol contro la Salernitana.

Come vedi la cavalcata playoff quest’anno?

Tra domani e sabato credo che si deciderà tutto. L’Empoli è in netta ripresa dopo un periodo negativo ma anche il Toro, che ha vissuto una stagione altalenante tra cambi di allenatore e risultati deludenti, ultimamente è in ripresa. Penso che insieme a Novara e Varese saranno Reggina e Torino a giocarsi i playoff.

Pronostico per domani, infischiandocene della scaramanzia.

Non me ne vogliano i tifosi dell’Empoli ma dico 1-2 per i granata. Il Toro non può perderla questa partita.

Per chi tiferai?

Toro!

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy