L’opinione di Bucchioni: “Belotti era da vendere due estati fa, è stato sopravvalutato”

L’opinione di Bucchioni: “Belotti era da vendere due estati fa, è stato sopravvalutato”

Esclusiva / Il giornalista a 360° sul Toro: “Cairo buon presidente, Mazzarri perfezionista. I granata possono arrivare in Europa”

di Marco Parella

Inconfondibile voce di Radio Sportiva, tanta esperienza nel mondo del calcio e non solo. Per avere un’opinione autorevole, ma anche estranea ai condizionamenti dell’ambiente granata, ci siamo fatti dare una mano da Enzo Bucchioni per capire pregi e difetti di questo Torino dopo dieci partite.

Torino-Fiorentina 1-1, giudizio sulla prestazione più che sul risultato.
Il Torino mi è piaciuto di più come assetto di squadra e organizzazione di gioco. Continua ad avere queste amnesie che lo condizionano. Stavolta è successo all’inizio, praticamente non si è partiti da zero a zero, ma il Toro si è trovato sotto pronti via. Se riuscirà a trovare continuità nei 90 minuti il Torino ha tutte le carte in regola per arrivare in Europa.

Torino FC v ACF Fiorentina - Serie A

Forse un occhio esterno riesce a giudicare con più oggettività: il Torino è ancora una delle candidate per l’Europa League?
Io vedo un Torino con un ottimo organico e soluzioni di ricambio che, per esempio, la Fiorentina non ha. Soriano se torna in forma può fare la differenza, Zaza deve ancora carburare. Sabato in panca c’era anche gente come Berenguer, giocatore per me importantissimo, o Edera. Il campionato ti fa pagare caro il non avere alternative valide in caso di infortuni o squalifiche. Mazzarri ha soluzioni. Secondo me a lottare per l’Europa League saranno Torino, Fiorentina e Atalanta, che davamo per spacciata ed è tornata in corsa e secondo me è la più attrezzata. La Sampdoria per ora è lì, ma poi sappiamo che a gennaio vendono sempre qualche giocatore e in primavera calano.

Quello che sembra mancare ai granata sono i gol delle punte, soprattutto del proprio capitano.
Belotti per ora non ha fatto bene, ma il peccato originale è stato non averlo ceduto due estati fa. La storia ci insegna che certi giocatori che hanno certe stagioni devi venderli nel momento migliore, altrimenti dopo te ne penti. Forse anche lui stesso, senza dirlo perché è un professionista esemplare, aveva pensato di andarsene in qualche grande squadra e poi ha somatizzato la delusione per essere rimasto. Non è più sereno mentalmente. Quelle plusvalenze vanno fatte, dai 70 ai 100 milioni si vende, cosa vuoi ancora di più?

Al di là del valore economico, Belotti è un giocatore da 26 gol stagionali come nel 2016/’17 o ci siamo tutti illusi ed è un onesto attaccante da 12-15 gol a campionato?
Da 26 credo proprio di no. Era chiaro che quella fosse la sua stagione perfetta, quella in cui ti riesce tutto bene. Ci sono stati tanti altri come lui che negli anni successivi si sono poi assestati sui 13, 15, magari 18 reti. Con tutto il bene che si può volere al ragazzo, il valore di Belotti non è di un bomber da 26 gol. Non è quel campione che è sembrato a tanti, è uno che da sempre tutto in campo, ma ha lacune tecniche. Ognuno al suo livello.

Sono considerazioni tristi anche in chiave Nazionale…
In azzurro ci sono tre, quattro concorrenti del suo stesso livello, giocherà chi è più in forma, chi la butta dentro. Il gioco scelto da Mancini, con praticamente 8-10 giocatori nella metà campo avversaria non è fatto per gente come Belotti o Immobile che si esaltano negli spazi. Mancini privilegerà punte più tecniche e agili nello stretto.

Uno così, sfortunatamente non convocabile dall’Italia, è Iago Falque. Il Toro ha mostrato di dipendere molto dallo spagnolo.
Dal punto di vista tecnico è di una categoria superiore. Se c’è uno che fa la differenza nel Torino, è lui. Mi sembra anche che siamo molto dentro il gruppo, mentalmente in piena forma, ha voglia e fa gol straordinari che non vengono per caso. È uno di quelli che non toglierei mai, anzi, se fossi un allenatore la mia formazione sarebbe: Iago Falque e altri dieci intorno a lui.

TURIN, ITALY - OCTOBER 27: Torino FC head coach Walter Mazzari looks on during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on October 27, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – OCTOBER 27: Torino FC head coach Walter Mazzari looks on during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on October 27, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

A proposito di allenatore, Mazzarri sta forse riuscendo a togliersi di dosso la nomea di “troppo prudente”?
Chi dice che è pauroso deve andarsi a rivedere il suo Napoli con Hamsik, Cavani, Lavezzi… Mazzarri è sicuramente uno che ama l’equilibrio e mi meraviglio che la difesa del Torino non sia ancora diventata impenetrabile, ma finora ci sono stati errori più che altro individuali, non di collettivo. Però le sue squadre sono sempre scese in campo con tanti attaccanti. A me piace molto, forse non sta simpatico a tutti perché è un integralista, un perfezionista. Quando ero direttore del Qs capitava di discutere con lui per il titolo di un articolo, per una parola che non gli piaceva. Vorrebbe che tutto fosse come dice lui e questo lo pora ad avere ammiratori e detrattori, ma se io devo tirare una riga e dire che allenatore è Mazzarri io dico che è uno bravo che ha fatto bene dovunque sia andato. Anche all’Inter, nonostante avesse contro tutti gli argentini. Quando arrivò in nerazzurro ebbe il coraggio di dire al presidente “questi devono smettere di giocare perché sono a fine corsa”. E aveva ragione lui e lo si vide poi negli anni dopo. Quel gruppo di giocatori però gli mise contro la piazza e gran parte della squadra, ma lui riuscì comunque a portare al quinto posto una squadra assolutamente a fine ciclo. L’aveva capito prima di tanti altri.

Torno per un momento all’ultima partita. La butto giù semplice: meglio Cairo o Della Valle?
Meglio Cairo. Sono due presidenti diversi, ma io amo le persone che fanno il passo secondo la loro gamba e Cairo lo ha sempre fatto. Quando c’era da spendere ha speso, quest’estate che la rosa poteva essere migliorata ha portato due giocatori importanti perché ha capito che può essere la stagione giusta. I Della Valle invece hanno buttato via delle occasioni, come quando non fecero campagna acquisti pur essendo secondi in classifica nel gennaio 2016. Imperdonabile. La differenza fondamentale per cui preferisco Cairo è che mi sembra uno che ama il calcio e sta vicino alla sua squadra. I Della Valle sono troppo distaccati.

Torino FC v Frosinone Calcio - Serie A

Pensare che parte della tifoseria granata, direbbe le stesse identiche cose, ma a parti invertite. Questione di punti di vista?
Capisco queste dinamiche, ma bisogna partire da questa domanda: considerando bacino di utenza e fatturato, il Torino poteva fare molto di più di ciò che ha ottenuto in questi anni? Nel calcio di oggi ci sono dei parametri e in tutte queste classifiche il Torino viaggia tra l’ottavo e il nono posto, per cui direi che alla fine dei conti è nella posizione che gli spetta.

Allora cosa manca al Toro dal punto di vista tecnico?
Manca Belotti, perché se questa squadra avesse davanti non dico uno da 26 gol, ma un attaccante normale che la mette dentro senza pressioni, ora avrebbe quei 3-4 punti in più e sarebbe a ridosso della Champions League.

Quindi, un ipotetico Bucchioni allenatore granata ora farebbe accomodare Belotti in panchina e metterebbe titolare Zaza?
Questi sono equilibri psicologici delicatissimi che può valutare solo l’allenatore. Mazzarri è molto attento a questo aspetto perché c’è il rischio di perdere per sempre un giocatore, per cui deve provare a recuperarlo finché è possibile. Vista la situazione da lontano, però, io il cambio lo avrei già fatto. Dentro Zaza che è più vivo. La grande sfida di Mazzarri sarà invece quella di farli giocare insieme. Non appena si accorgerà che la squadra ha il suo equilibrio e può reggere due punte, lo farà di nuovo. E allora penso che vi divertirete.

43 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 2 settimane fa

    Trovo questa intervista un campionario di banalita’ con l’aggiunta di qualche stupidaggine. Come si fa a dire che Belotti andava venduto a 70/100 milioni? Ma davvero c’e’ qualcuno che crede che Cairo avrebbe rifiutato quelle cifre? Per vendere non basta chiedere, occorre che ci sia qualcuno disposto a comprare a quelle cifre. La realta’ e’ che Cairo ha tentato il colpo mettendo una clausola spropositata per sfruttare l’anno miracoloso del Gallo, ha sparato troppo alto e nessuno ha abboccato, con il risultato che adesso si trova un giocatore con un valore di mercato lontanissimo da quelle valutazioni. La stupidaggine piu’ grossa pero’ e’ l’esito dell’esilarante paragone tra Della Valle e Cairo; conclusioni assolutamente senza senso perche’ non si tiene conto di chi di soldi ne ha investiti, anche se non tanti rispetto alle possibilita’, rispetto a chi si e’ ben guardato dal farlo ma soprattutto dei risultati sportivi di questi 13 anni che se messi vicino sono imbarazzanti: la Fiorentina e’ andata 7 volte in Europa mentre il Torino una sola, i viola sono arrivati 5 volte al quarto posto mentre i granata hanno un settimo posto come miglior risultato, la viola e’ arrivata una volta in finale ed una in semifinale di Coppa Italia mentre il Torino a gennaio era regolarmente gia’ eliminato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro88 - 2 settimane fa

      Reputo il tuo commento senza senso a fronte di una intervista logica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 settimane fa

        Effettivamente scrivere che Belotti andava venduto a fronte di una offerta di 70/100M che non e’ mai arrivata e’ decisamente logico; come e’ logico dire che e’ meglio chi ha ottenuto un settimo posto in tredici anni rispetto a chi nello stesso periodo e’ arrivato cinque volte quarto. Una logica disarmante!! Io mi tengo la mia logica e ti lascio decisamente molto volentieri la tua.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bertu62 - 2 settimane fa

      Le opinioni sono opinioni e vanno rispettate, anche le Tue pur essendo più banali di quanto dici essere le parole di chi “mastica” di calcio ad alto livello (non da Bar e neppure da Forum) da decenni.
      Partendo dall’inizio, dalla partita con la Fiorentina: Ti sfido a trovare UN giornale sportivo che abbia detto che NON E’ stata la miglior partita giocata dal Toro fin’ora! Non ce n’è stato UNO! Perché è evidente che sia stata così, a fronte di una Viola che invece è considerata la “squadra rivelazione” che ha giocato tutto di difesa e contropiede…. E veniamo al secondo tema, Belotti: cosa vuoi fare se non la mette dentro, non gli riesce manco più uno stop, un controllo, un tiro decente, un colpo di testa? Contro il Bologna ha sbagliato un gol che avrebbe fatto anche Niang! Inoltre se avessimo quei 4 punti che ci hanno tolto le mer**e in giacchetta nera adesso saremmo a 18punti, come la Lazio, SENZA AVER RUBATO NULLA, anziché a 14!
      Infine è inutile che ce la meniamo ancora con i 14anni di Cairo contro i DV oppure ADL: che cos’hanno VINTO loro? NULLA!!! Le merde a strisce vincono lo scudo da 7 anni consecutivi, in Europa quando la Viola c’è andata ha fatto peggio di noi, sono usciti dopo poco, il Napoli con Sarri anche peggio, fuori dalla CL e fuori dall’EL…ma di cosa stiamo parlando se allo stadio ogni anno c’è meno gente, anche il Frosinone ha più abbonati! E non ha vinto NULLA e non ha NESSUNA storia!
      Qui continuiamo a nasconderci dietro al passato, al blasone, ai tempi che furono, ai 60.000 del Mantova e della marcia a Superga! Vorrei vedere adesso in quanti saremmo! Siamo tutti GAY col c**o degli altri, caro prawda! Faciel dire che “la società è responsabile…” di cosa? Di aver tenuto Belotti? BELLA ROBA! Eppoi, la clausola, era PER L’ESTERO! Chi dall’estero metteva 100MIO sul piatto si prendeva Belotti senza trattare, viceversa in Italia dovevi trattare con la società, e Cairo non ha mollato nonostante il Milan abbia messo sul piatto 40MIO cash + 2 cartellini, ma Sinisa quei 2 non li voleva, ne voleva altri, e non se n’è fatto nulla!
      Di imbarazzante ci sono tifosi che tengono il conto di “quante volte” sono andati gli altri in europa oppure di “quante volte” sono finiti davanti a noi, ma a cosa serve? A vincere BIRRE al BAR, forse, perché se arrivi anche solo 2° NON VINCI NULLA! Solo chi arriva 1° è il vincitore! Arrivare 4° in campionato non si vince nulla, e l’anno dopo fai i preliminari di CL ed esci, e fai i preliminari di EL ed esci anche lì, a cosa c**o è servito? A NULLA, se non magari a sfottere qualche minchione di amico tuo!
      Bisogna crescere, anche fra noi tifosi, ed aprire gli occhi ed essere onesti e dire ad esempio che Belotti, 26gol, ma manco al Real Madrid li farà mai più! Sopravvalutato come Milinkovic Savic alla Lazio, un altro che Lotito valutava 120MIO, e adesso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 settimane fa

        Io ho premesso sin dall’inizio che le mie sono opinioni, basta saper leggere, mi pare che invece tu sia convinto di avere delle verita’ in tasca, non le condivido e non mi interessa discuterne. Vi sono pero’ nell’articolo delle stupidaggini che anche se scrivi un romanzo non riesci comunque a nascondere: nessuno ha offerto a Cairo 70/100M, per cui e’ stupido ed inutile dire che andava ceduto a quelle cifre, l’errore semmai e’ stato di dargli una valutazione fuori mercato sperando arrivasse il pollo che invece non ha abboccato. Come il preferire Cairo a Della Valle e’ risibile perche’ i risultati sono diametralmente diversi, senza contare gli investimenti; arrivare cinque volte quarti e’ decisamente diverso che arrivare una volta settimi quasi per caso, come ti consiglio di informarti meglio perche’ la Fiorentina nel corso delle sue sette partecipazioni europee e’ arrivata due volte in semifinale, probabilmente mi sono perso qualcosa ma ricordavo che il Torino fosse uscito agli ottavi nella sua unica partecipazione. Ti informo inoltre che non e’ vero che De Laurentis non abbia vinto nulla, nei 13 anni di Cairo ha vinto due coppe Italia ed una supercoppa italiana. Io di imbarazzante leggo spesso commenti di tifosi che si arrampicano sui vetri pur di cercare di difendere un presidente che in 13 anni ha coseguito risultati sportivi oggettivamente modesti, non ha investito di suo un euro ma in compenso ha ottenuto un ritorno in termini di visibilita’ e pubblicita’ incalcolabili ed e’ riuscito a deprimere e dividere la tifoseria da passare dai 60k spettatori in serie B contro il Mantova ai 18k scarsi contro la Fiorentina. Io non so che amici hai tu ma io di amici minchioni non ne conosco, ignoro da tempo i tuoi post e sarei decisamente felice se tu facessi lo stesso con i miei; abbiamo chiaramente opinioni diverse ma soprattutto comportamenti e linguaggi diversi, io non insulto, come fai abitualmente tu, chi ha opinioni diverse. Ti lascio alle tue granitiche certezze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lello - 2 settimane fa

    Centinaia di bambini granata vanno in giro con la maglia del Gallo.
    57 reti in 120 partite lo fanno entrare nella Storia del Toro.
    Aver venduto Belotti 2 anni fa sarebbe stato come vendere Meroni ai tempi migliori e ferire tutto il Popolo granata per non parlare di tutti i bambini che già 2 anni fa indossavano la sua maglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Conterosso - 2 settimane fa

    E già, troppo facile dire oggi che Belotti andava venduto…e alla rivolta che qualche genio avrebbe messo in atto non si pensa? Per me andava venduto anche a 40 mil.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. silviot64 - 2 settimane fa

    Condivisibile. Belotti andava venduto due anni fa per quelle cifre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. André - 2 settimane fa

    É facile e magari giusto (non lo so), dire che Belotti andava venduto, ma quanti di noi tifosi non avrebbero sbottato nel vendere un giocatore che aveva fatto cosí bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mirafiori64 - 2 settimane fa

    il gallo era da vendere assolutamente se fosse vero che qualcuno ha offerto 80 mln. I tifosi si incazzano se non li metti in tasca e ti presenti con un amauri qualsiasi, con quei 80 mln se cairo avesse comprato, simeone a 20 mln chiesa a 20 mln e zapata 18 mln, nessun tifoso avrebbe mosso critica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. romano.cesco_910 - 2 settimane fa

    Un’analisi equilibrata assolutamente condivisibile.
    L’unica pecca è non aver completato la campagna acquisti con Lazzari.

    RC

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. romano.cesco_440 - 2 settimane fa

    Un’analisi semplicemente ineccepibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pazko - 2 settimane fa

    Spero che si riprenda già quest’anno (siamo solo alla decima!) e ritorni il giocatore che infiammava le nostre speranze , credo comunque che in una squadra con diverse caratteristiche il prossimo anno (perché lo venderemo, anche a 20 sarebbe una super plusvalenza e poi ormai tutti ne parlano male, e sputano sentenze facilissime) farà di nuovo faville e lo rimpiangeremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13965096 - 2 settimane fa

    d’accordo con te e con bucchioni, anche se, va detto, se vendevano il gallo due anni fa mi giravano parecchio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Torello_621 - 2 settimane fa

    Se mio nonno avesse avuto le ruote sarebbe stato un bel carretto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13814870 - 2 settimane fa

    se avessimo avuto la sfera di cristallo..sarebbe andata come dice Bucchioni. se vendevano il Gallo veniva una rivoluzione contro Cairo. ..anzi se avessimo immaginato compravamo Cristiano Ronaldo quando aveva 15 anni….si pensava andasse a finire così???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. robertozanabon_821 - 2 settimane fa

    Su Belotti mancano ormai solo i giudizi di un’ astrologa e di un dietologo. Tutti ci siamo espressi a vario titolo sull’argomento, chi con affetto e chi con severità, ma ora mi sembra venuto il momento di lasciare un pochino il Gallo in compagnia dei suoi pensieri che, vista la sua onestà, sono sicuro l’aiuteranno nella sua maturazione. Non mi sembra il caso di infierire. Auguri Andrea, che tu sia te stesso con l’entusiasmo che ti ha reso il Gallo. Tornerai, in fondo l’alba non è lontana !!! FVCG !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pepe - 2 settimane fa

    Opinionista bucchioni, era meglio comprare mbappé 6/7 anni fa e non comprare belotti poi… Se devi dare opinioni del cazzo dalle bene dai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. robert - 2 settimane fa

    Questo Bucchioni è il miglior giornalista sportivo che conosco e condivido pari pari quello che ha detto.Il problema principal è Belotti.Se Mazzarri capirà di lasciare fuori Belotti per due o tre gare e fare giocare al suo posto Zaza il Toro ne guadagnerà in gioco e punti a cominciare da domenica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. leoj - 2 settimane fa

    …e con i 100 milioni incassati per vendere il gallo , sai quanti commentatori e preziose perle di ovvietà avremmo potuto pagare….
    ma va a pagare guru dell’acqua calda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 2 settimane fa

    Sono buoni tutti a parlare dopo.
    Clap clap clap

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. user-14003131 - 2 settimane fa

    Tranne che su Cairo, per me Bucchioni ci ha acchiappato su tutto …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ddavide69 - 2 settimane fa

    Mi discpiace Bucchini , il Toro ha los tesso bacino d’utenza della Viola pero’ a differenza loro in questi 13 anni non si è mai qualificat per una competizione Europea ( Salvi la parentesi del PArma) .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Sempre utile sentire pareri di gente fuori dall’ambiente Toro soprattutto se parliamo con chi per lavoro guarda e commenta partite.
    Condivido le sue opinioni sulla squadra e su Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. biziog - 2 settimane fa

    questo giornalista non mi è MAI piaciuto, fa costantemente battute da terza elementare, si crede una mente fina ed è volgare e maschilista
    e anche in questo articolo ha dimostrato la sua cecità di valutazione su Belotti. Il Gallo può fare 26 gol se c’è una squadra che gioca all’attacco, se invece gioca nel torino di Mazzarri è impossibile, ma nessun attaccante sarebbe in grado di farli in questa squadra… i limiti tecnici di Belotti di vedevano anche quando fece i 26 gol, non è certo un giocatore dai piedi raffinati, ma è uno che vede la porta come a pochi ho visto fare e ha tempi di inserimento pazzeschi (Inzaghi era bravo tecnicamente?) ma bisogna giocare per fargli fare gol, domenica con la viola non è arrivato neanche un cross decente, angoli battuti male e punizioni battute peggio… Il Gallo dovremmo coccolarcelo ogni partita ed essere felici che è rimasto con noi
    altroché…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. alexku65 - 2 settimane fa

    Quanto ha ragione sig. Bucchioni….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. policano1967 - 2 settimane fa

    nn e un giocatore da 26 gol a campionato il gallo.l annata buona gli e capitata e l ha sfruttata.ha limiti tecnici e vero ma nn e un brocco.deve torna il giocatore umile e ritrovarsi.la panchina nn gli farebbe male.nn vale la clausula messa da cairo sicuramente ma se trova se stessa e piu che utile.e un giocatore del toro e puo dare molto di piu di quello che sta dando.spero per lui e per noi si ritrovi perche continuando cosi prima o poi sara usato in qualche scambio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    Bucchioni ha “scoperto l’acqua calda!” Del senno di poi…Belotti è rimasto in parte perché Cairo ha temuto la reazione della piazza ed in parte(a mio avviso la più parte) perché il Pres. da navigato finanziere si aspettava un’ulteriore ascesa al valore “del titolo”:cerchiamo di essere “più realisti del re!”Definire oggi il valore di Belotti è impresa ardua e potrà forse avvenire a fine stagione senza dimenticare che il prezzo lo farà come sempre il mercato nel rapporto domanda\offerta.Il ragazzo non è sereno e chissà che non si sia insinuato in lui il dubbio di avere perso il treno per un maxi ingaggio. Calcisticamente è al bivio: fare il salto di qualità(e quattrini correlati) oppure “adattarsi” ad una buona carriera non da top player ed il Toro per lui sarebbe la soluzione più consona:ma sarà così? Vedremo.Sul modulo mi sono già espresso più volte: Mazzarri non può considerare Zaza ruota di scorta e deve trovare il modo di fare coesistere “il trio”Che Cairo sia sensibile alla realtà Toro a 360′ beh… Tornerò di certo a ragionare su Robaldo e Filadelfia!FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogozin - 2 settimane fa

      C’è da immaginare che nessuno abbia costretto il Belotti a rimanere e che lui abbia parlato con la sua famiglia, procuratore ecc. dei pro e contro della sua permanenza. Detto ciò, se il calo di prestazioni fosse determinato dalla sensazione di avere perso il treno, beh allora saremmo in presenza di un babbeo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Luke69 - 2 settimane fa

    …..caro Bucchioni, il Gallo non segna,non perché si è inscarsito, ma perché il gioco di Ventarri lo obbliga a percorrere 120 km a partita, non riceve cross dalle fasce e ti dirò di più l’unico che sapeva innescarlo lo abbiamo venduto in Turchia,…se poi devi fare l’elogio di Urbanetto, perché hai paura di rimanere senza lavoro, beh allora è un altra cosa,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Esatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ACT1906 - 2 settimane fa

      Grande, d accordissimo con te in tutto al 200 per cento
      FORZA CAPITANO non mollare mai siamo con te
      FORZA TORO!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. rudy - 2 settimane fa

    Parella, ti ricordo che come tutti i giornalisti tu due anni fa mettevi pressione addosso alla società perché non vendesse Belotti. Troppo comodo per sparare un titolo forte adesso nasconderti dietro a Bucchioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Madama_granata - 2 settimane fa

    Se 2 estati fa il Presidente Cairo avesse venduto Belotti, sarebbe scoppiata la rivoluzione!
    Lo si taccia di avarizia, lo si definisce Mister Plusvalenze, gliene vengono dette di tutti i colori, gli si chiede di vendere la squadra, ecc, ecc, ecc..!
    Se avesse venduto Belotti, credo che avrebbe dovuto girare “con la scorta”, come i giudici dell’antimafia!
    Siamo onesti ed obiettivi!
    La nostra piazza non è delle più semplici, condiziona molto le scelte societatie, è sicuramente difficile da gestire, soprattutto SEMPRE SCONTENTA (nella mia lontana gioventù ho visto contestare persino il Presidente Pianelli)!
    Facile dire ora: “io Belotti lo avrei venduto 2 anni fa”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. saettadallimite - 2 settimane fa

      Ti sembrerà strano ma io due anni fa lo dicevo e lo scrivevo, perchè ritenevo che una stagione così non l’avrebbe ripetuta. Per quello che riguarda la possibile reazione dei tifosi a una sua cessione spiace essere venali ma da 60, 70 milioni in su nessuno avrebbe dato fuoco ai cassonetti a Torino. D’altronde siamo abituati a cessioni eccellenti e d’altronde tutti le fanno, basta guardare Samp, Atalanta etc… I tifosi del Toro sono più temprati, maturi e pazienti di quello che pensi. Un saluto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Pero’ manca sempre un soldo per fare una lira: quanti giocatori avrebbe comprato Cairo con i soldi presi dalla vendita di Belotti.

        Si vede la lungimiranza : vendere LIJaic ci stà , ma per prendere Soriano ? Serve gente forte fisicamente con i piedi buoni .

        Meglio prendere un giocatore in meno ma prenderlo forte invece di prenderne due da ricondizionare.

        Il problema è sempre lo stesso : scommettere. Non si puo’ sempre scommettere e vincere . A noi ad esempio succede praticamente mai.

        Abbiamo 25 difensori e nessun centrocampista coi piedi buoni , salvo Baselli , quando non si addormenta.

        In difesa abbiamo Lyanco , Bremer , Moretti , Djiji ,Nkoulou , Desilvestri , Ola Aina , Ansaldi , Ferigra ,Izzo .

        2 sono eternamente infortunati (lyanco , Ansaldi) , 1 non gioca mai (Ferigra), 1 non gioca piu’ (Bremer) , 1 ha 37 anni (Moretti) : alla fine giocano sempre gli stessi .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. saettadallimite - 2 settimane fa

    Due estati fa l’avevo detto a diversi amici granata, Belotti bisogna venderlo adesso, è un ottimo giocatore ma decisamente sopravvalutato, ricordo che Morata veniva quotato 40 milioni, Belotti non era e non sarà mai a quei livelli, lo dicevo e lo sostengo a maggior ragione adesso, Belotti due anni fa aveva una condizione fisica straripante che gli permetteva di vincere tutti i contrasti, di arrivare sempre primo sul pallone e di mascherare i suoi limiti tecnici. Come personaggio era il classico attaccante da Toro, putroppo quella condizione non l’ha più trovata e i risultati attuali mi danno ragione, adesso ci troviamo con un problema. A me con la Fiorentina non è spiaciuto, si è sbattuto come non mai ma quando era in area o aveva la palla nei piedi in un contropiede non dava mai l’impressione di poter rendersi pericoloso. Purtroppo adesso è molto difficile ipotizzare quale valore possa avere, credo non superiore a 15, 20 milioni, quindi Cairo vorrà che giochi sempre per recuperare il valore ma diventa un circolo vizioso perchè più gioca senza trovare il gol più si scoraggia. Io al momento farei giocare Zaza al suo posto (anche perchè se no perchè l’abbiamo comprato?), temo che insieme si pestino troppo i piedi. D’altronde tutte due hanno bisogno di sentirsi fondamentali per la causa e svariare molto sul fronte dell’attacco. Si sta verificando ciò che temevo e su cui ho molto scritto nei commenti: Belotti ha bisogno di giocare per trovare il gol ma più gioca e più si deprime, Zaza ha bisogno di giocare perchè non può dare il meglio di sè giocando 5 minuti a partita ma insieme non convincono. In conclusione: al Toro in questo momento manca solo una prima punta di qualità che la butti dentro. Paradossale ma è così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. user-14052638 - 2 settimane fa

    completamente d’accordo con Bucchioni i giocatori che posssono farci fare il famoso salto di qualità li abbiamo e credo che Mazzarri li conosca(Soriano Zaza)vedendoli tutti i giorni in allenamento si rende sicuramente conto a che punto sono non credo che un allenatore lasci giocatori in panca per partito preso non avrebbe nessun senso che WM non sia un simpaticone è un dato di fatto però sembra preparato a gestire una piazza difficile come Torino dobbiamo avere fiducia e sostenere i nostri giocatori i risultati arriveranno giocando cosi cosi siamo li VAR nonVAR se avessimo segnato la metà dei gol sbagliati avremmo 4/5 punti in più e nessuno avrebbe niente da dire forza ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Ma la domanda che più volte mi pongo è la seguente: Ufficialmente 2 anni fa chi era realmente disponibile a spendere quelle cifre per comprare Belotti????Lo chiedo perché siccome non ricordo questa fila kilometrica di società prestigiose pronte a fare follie per assicurarsi il giocatore e dato che per vendere è indispensabile che ci sia anche un compratore mi chiedo di cosa stiamo parlando…..
    Tradotto: se davvero fosse giunta sul tavolo un offerta davvero allettante, non dico 100 ma fosse stato anche 70 voi pensate veramente che Cairo non l’avrebbe venduto…..?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Max - 2 settimane fa

    Finalmente… Cairo non venduto Belotti per evitare possibili “sommosse popolari” e proteste varie di certa tifoseria, visto lo straordinario campionato del giocatore.
    Tuttavia, a volte, serve coraggio e privarsi di chi sembra indispensabile per fare il salto di qualità.
    Non amo parlare di quelli che giocano a Venaria ma ricordo che costoro hanno venduto Pogba continuando a migliorare la squadra.
    Smettiamola di innamorarci di questo o di quell’altro, purtroppo il calcio è cambiato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 2 settimane fa

      Totalmente d’accordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ProfondoGranata - 2 settimane fa

      Con il senno di poi, cento milioni o anche solo ottanta ci avrebbero permesso di acquistare qualche altro attancante più continuativo oppure mantenere Lijalic titolare… amen.
      Belotti comunque è un giocatore generoso che si spende per la squadra e secondo me merita di giocarsi le sue carte.
      Spetta a Mazzarri trovare l’equilibrio giusto per rendere più concreta la costruizione del gioco in attacco, renderla più pericolosa e dare spazio a Belotti Zaza e Falque insieme.
      La difesa deve essere più attenta e il centrocampo deve costruire con maggiore capacità di portare avanti l’attacco.
      Comunque sia, Cairo ce la sta mettendo tutta e merita gli venga riconosciuto altro che Della Valle (di cui tutti i tifosi viola parlano male).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. leoj - 2 settimane fa

    che noioso concentrato di ovvietà …..
    cento milioni andavano a cairo, che ne avrebbe tutto il diritto per carità, belotti è rimasto nel toro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy