Roberto Longobardi: ‘Cerci l’uomo più pericoloso per il Napoli’

Roberto Longobardi: ‘Cerci l’uomo più pericoloso per il Napoli’

Nell’ambito della nostra collaborazione con SpazioNapoli.it abbiamo contattato il collega Roberto Longobardi.
 
Ciao Roberto, in vista del Torino c’è…
Nell’ambito della nostra collaborazione con SpazioNapoli.it abbiamo contattato il collega Roberto Longobardi.
 
Ciao Roberto, in vista del Torino c’è qualche novità particolare tra i partenopei?
Behrami, per via di alcuni problemi fisici, è rientrato un giorno prima dalla nazionale svizzera rispetto a Inler e Dzemaili: il giocatore ha avuto qualche guaio muscolare e quindi la sua presenza con il Toro è in dubbio. Un altro dubbio è quello sul terzo giocatore di difesa tra Britos e Gamberini. A centrocampo Mazzarri dovrà invece scegliere tra Inler e Dzemaili, con quest’ultimo favorito dopo la buona prova con l’Atalanta. In avanti dovrebbe essere confermato il tridente composto da Hamsik, Cavani e Goran Pandev.
 
A proposito di Pandev: il macedone con l’Atalanta è tornato al gol e sembra di nuovo essere su buoni livelli dopo un periodo di appannamento, giusto?
Sì, è vero. Pandev è un giocatore fondamentale per il Napoli perché è in grado di far salire la squadra, di tenere palla e di trovare i varchi giusti per Cavani e per gli inserimenti di Hamsik. Nell’ultima partita ha dato le risposte che il pubblico si aspettava da tanto e speriamo per lui che la nazionale non lo abbia stancato troppo. In ogni caso non ha i novanta minuti nelle gambe ma il suo impiego deve essere dosato e stare intorno all’ora di gioco.
 
Come stanno i sudamericani?
 Campagnaro tornerà oggi, mentre Zuniga e Armero addirittura venerdì. Secondo le statistiche dopo la pausa per le nazionali il Napoli ha sempre difficoltà, e il fatto di tornare così tardi non è certo l’ideale. In ogni caso uno tra Zuniga e Armero deve giocare per forza.
 
Il modulo sarà sempre il 3-4-1-2 ?
Penso di sì, anche se non è da escludere che, come capitato altre volte, si passi alla difesa a quattro, specialmente nel caso in cui non si riuscisse a sbloccare il risultato. Giocare contro una retroguardia schierata come successo all’andata non è certo semplice.
 
Chi è il granata che può impensierire maggiormente il Napoli?
Credo Alessio Cerci, autore di due buone prestazioni con l’Italia: il ragazzo sta giocando davvero bene e devo dire che non l’ho mai visto su questi livelli, neanche alla Roma e alla Fiorentina.
 
Redazione TN
 
 
Foto Dreosti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy